Graduatorie provinciali, quota 725mila domande. Scuole polo corrono in aiuto degli Uffici Scolastici

Graduatorie provinciali e di istituto: chiusa a mezzanotte la piattaforma per la presentazione della domanda, il numero ufficioso delle domande presentate è stato diffuso dal Ministro durante la trasmissione In Onda su La7:  725mila.

L’obiettivo del Ministero è  quello di assegnare le supplenze, sia sostegno che posto comune, da Gae e GPS entro il 14 settembre, data “media” di inizio delle lezioni. Il calendario regionale.

Per far ciò, i tempi sono stringati.

Non sappiamo ancora quanto complessa potrà rivelarsi la valutazione delle domande. Il rischio è che gli aspiranti abbiano inserito nella domanda “di tutto, di più”, affidando agli uffici Scolastici l’onere di dire che quel titolo o servizio non può essere valutato. Numerosi docenti infatti hanno mal digerito la modifica alla tabella di valutazione dei titoli che in alcuni casi ha comportato una perdita anche ingente di punteggio e dunque nella speranza di poter comunque far ancora rientrare servizi e titoli già valutati nel 2017 non hanno rinunciato a dichiararli.

Alcune richieste sindacali sono rimaste inoltre senza risposta, pertanto dovranno ora essere gli uffici Scolastici ad assumersi la responsabilità della valutazione.

Per far ciò sono già numerosi quelli che hanno richiesto l’aiuto delle Scuole polo, alle quali vengono affidate singole o gruppi di classi di concorso. E dunque il lavoro delle segreterie delle scuole potrebbe risultare ancora una volta fondamentale per la buona riuscita del progetto.

Obiettivo: pubblicare le graduatorie entro fine agosto.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia