Graduatorie provinciali, domanda è una autocertificazione. Solo alcuni titoli vanno allegati

Stampa

Gli aspiranti docenti dichiarano nell’istanza di inserimento graduatorie provinciali e di istituto, tutti i titoli posseduti di cui chiedono la valutazione, senza produrre alcuna certificazione. Quest’ultima è invece obbligatoria nei casi che riguardano il servizio di insegnamento prestato all’estero, e il titolo di studio conseguito in altro paese dell’UE o nel resto del mondo

Graduatorie provinciali per le supplenze: 2 fasce

Le graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) avranno validità biennale (20/21-21/22). Sono costituite da due fasce:

  • Prima fascia: I docenti in possesso di abilitazione per la classe di concorso o posto richiesto (anche provenienti dalle GAE o dalla I fascia di istituto di altra provincia);
  • Seconda fascia: I docenti in possesso del titolo di accesso (senza abilitazione per la classe di concorso o posto richiesto).

Graduatorie di Istituto di seconda e terza fascia

I docenti che appartengono alle due fasce si iscrivono contemporaneamente nelle graduatorie di istituto:

  • Nella II fascia di istituto (gli abilitati) che corrisponde quindi alla loro I fascia delle GPS;
  • Nella III fascia di istituto (chi accede col solo titolo di studio) che corrisponde alla loro II fascia delle GPS.

Graduatorie ad esaurimento e prima fascia di istituto

Rimane ovviamente in vigore la prima fascia di istituto così come costituita nel 2019 che quest’anno non si aggiorna. Lo stesso vale per le Graduatorie ad Esaurimento: non vengono aggiornate.

Istanza di partecipazione GPS: termine e modalità di presentazione

  • Gli aspiranti possono richiedere di partecipare alla procedura, a pena di esclusione, in un’unica provincia, per una o più delle GPS per le quali abbiano i requisiti previsti;
  • Ai fini dell’inserimento, gli aspiranti presentano istanza di partecipazione unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione “Istanze on Line (POLIS)” previo possesso delle credenziali SPID, o, in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata del Ministero con l’abilitazione specifica al servizio “Istanze on Line (POLIS)”. Le istanze presentate con modalità diverse non saranno prese in considerazione. I candidati, collegandosi all’indirizzo www.miur.gov.it, accedono, attraverso il percorso Argomenti e Servizi > Scuola > Reclutamento e servizio del personale scolastico > Graduatorie provinciali di supplenza, alla pagina dedicata;
  • L’inoltro delle istanze di partecipazione alla procedura è possibile a partire dalle ore 15.00 del 22 luglio 2020 fino alle ore 23.59 del 6 agosto 2020.

In quali casi è obbligatorio documentare la certificazione dei titoli posseduti in fase di presentazione istanza di inserimento nelle graduatorie

L’articolo 7, comma 12, dell’O.M. in data 10 luglio 2020 prevede:

“Gli aspiranti dichiarano nella domanda tutti i titoli posseduti di cui chiedono la valutazione, senza produrre alcuna certificazione. È fatta eccezione, con necessità di produzione del rispettivo titolo, relativamente a:

  • titoli di studio conseguiti all’estero;
  • dichiarazione di valore del titolo di studio conseguito all’estero per l’insegnamento di conversazione in lingua straniera;
  • servizi di insegnamento prestati nei Paesi dell’Unione Europea ovvero in altri Paesi”.

Quindi non va allegata certificazione 24 CFU, non vanno allegati eventuali certificazioni informatiche o conseguimento di master, altra laurea e così via.

Gli unici titoli da allegare sono quelli indicati per l’estero.

Come previsto all’articolo 7 comma 12 dell’O.M. n. 60 del 10/7/2020 è necessario allegare un unico file di tipo “.pfd” o “.zip”

La dimensione massima del file allegato è di 2 Mega, eventuali altri documenti diversi da quelli indicati non saranno considerati nella fase successive del procedimento.

Per “titoli di riserva” c’è sezione a parte.

Come inserire gli allegati con la certificazione dei titoli conseguiti all’estero

Nella schermata principale “Modello di presentazione della domanda” cliccare su Allegati-Azioni disponibili-Inserisci:

Successivamente cliccare su scegli file e selezionarlo (apri/open):

In seguito cliccare su Inserisci:

Può accadere di sbagliare l’inserimento dell’allegato. In tal caso è possibile modificare, visualizzare o eliminare l’allegato inserito dalla schermata principale, cliccare su Azioni disponibili, poi Modifica:

A questo punto si potrà eliminare l’allegato erroneamente inserito o semplicemente visualizzarlo, magari per un’ulteriore certezza di ciò che è stato caricato:

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze, domande entro 6 agosto. LE ISTRUZIONI [Speciale]

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia