Graduatorie provinciali, Azzolina: “Strumento agile e trasparente che sgrava le scuole da tante incombenze”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, illustra alla Camera le misure per il prossimo anno scolastico. Si parla anche delle graduatorie provinciali per le supplenze.

“Nonostante le difficoltà e nonostante diverse posizioni strumentalmente critiche, abbiamo garantito anche la mobilità del personale scolastico, nella certezza di dovere assicurare anche quest’anno il diritto tutti, come previsto dalle norme vigenti, di ricongiungersi, dopo anni passati lontano da casa, alle loro famiglie. Abbiamo istituito le graduatorie provinciali per le supplenze, digitalizzando tutta la procedura. Anche queste agevoleranno la chiamata dei supplenti garantendo più trasparenza e rapidità. Di fatto, stiamo digitalizzando quasi 1 milione di domande. Si tratta di uno strumento che inizia a porre rimedio in via strutturale a problematiche annose per il nostro sistema d’istruzione, fra le quali la mancanza cronica di alcune tipologie di docenti soprattutto nelle aree del nord del nostro Paese, che sgrava le istituzioni scolastiche da una mole enorme di incombenze e che pone un freno alla vecchia roulette della scelta di 20 scuole. Anche su questo ci sono state molte polemiche pretestuose. Voglio fare chiarezza. Per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria i contratti a tempo determinato, perché di questo stiamo parlando, andranno prima a chi è abilitato, e dopo, in subordine, a chi si sta laureando in Scienze della formazione primaria. Si tratta della laurea che abilita all’insegnamento proprio per questo grado di scuola e durante la quale si fanno anche specifici percorsi di tirocinio. Parliamo quindi di giovani preparati, perché già in possesso delle competenze derivanti dallo svolgimento del tirocinio. Persone che comunque venivano già chiamate, tramite lo strumento della messa a disposizione. In un Paese che li ha spesso dimenticati, noi abbiamo scelto di stare dalla parte dei giovani. Giovani che hanno scelto di insegnare e che stanno studiando alacremente, secondo un percorso di studi con accesso limitato, proprio per svolgere una delle professioni più importanti che esistano. Ancora, con la procedura sinteticamente chiamata call veloce consentiremo ai docenti collocati in posizione utile nelle graduatorie concorsuali e nelle graduatorie ad esaurimento, di poter esprimere, volontariamente, l’opzione per l’immissione in ruolo in una regione diversa da quella della graduatoria di appartenenza, velocizzando la loro assunzione e andando a coprire posti che altrimenti resterebbero vuoti”.

ORDINANZA MINISTERO N. 60/2020 DEL 10 LUGLIO 2020

PRESENTAZIONE DOMANDE: dal 22 luglio ore 15 al 6 agosto 2020 ore 23.59

N.B. titoli e servizi devono essere acquisiti entro il 6 agosto

IL DECRETO n. 781 del 21 luglio 2020

OPERAZIONI PROPEDEUTICHE

Le domande sono su Istanze onlinecome accedere [GUIDA]

Controlla a quale classe di concorso puoi accedere con la tua laurea o diploma. Pagina Ministero

COMPILAZIONE DOMANDA

Titoli di accesso devono essere in possesso entro il 6 agosto –

Attivazione istanza, titoli di accesso e ulteriori titoli

Titoli di servizio, di riserva e di preferenza 

Altre dichiarazioni, scelta delle sedi e inoltro dell’istanza 

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze, domande entro 6 agosto. LE ISTRUZIONI [Speciale]

Le FAQ del Ministero

VIDEO GUIDE COMPILAZIONE DOMANDA  –  GUIDE PER IMMAGINI 

FAQ  Ministero aggiornate al 23 luglio –

Numero Ministero per assistenza compilazione domanda

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia