Graduatorie provinciale, Anief: gli Ata tirano un sospiro di sollievo dopo stand by da parte del Mi

Stampa

Comunicato Anief – Considerata la situazione di “Rischio Contagio” dovuta all’emergenza sanitaria che il Paese sta vivendo, L’Anief aveva chiesto al MI la modifica circa le modalità di presentazione delle domande di aggiornamento/inserimento per quanto concerne la Graduatoria Provinciale per tutti i Profili ATA, mediante attivazione di una pagina specifica su Istanze On Line, come peraltro avviene per la scelta delle sedi nella stessa procedura.

Con la nota n. 6969 del 24 Marzo 2020, il Ministero dell’Istruzione aveva sospeso l’ordinanza entro la quale gli USR potevano indire bandi con le relative modalità di presentazione entro il 10 aprile 2020, al fine di predisporre procedura on line per la presentazione delle domande.

In seguito a questa nota, il sindacato si è immeritamente attivato per far cambiare idea al Ministero; infatti, non era immaginabile lasciare al palo migliaia di precari, poiché anch’essi stanno lavorando alacremente con lo Smart working da casa e precedentemente, per settimane, a causa delle incertezze dei vari DPCM, sono andati a scuola con il rischio contagio.

Successivamente in data 8 Aprile 2020, nel Decreto Scuola viene annunciato il mancato aggiornamento delle graduatorie di istituto per i docenti e contemporaneamente si mette in stand by il bando per aggiornamento/inserimento delle graduatorie permanenti del personale Ata 24 mesi. Finalmente, il Ministero dell’istruzione ha preso la decisione, almeno a tutt’oggi, di comunicate agli USR quando potranno indire il relativo bando e le modalità della presentazione delle domande tramite IOL oppure SPID dopo il 15 Aprile.

Il presidente nazionale Anief, Marcello Pacifico, dichiara che “condividiamo questa scelta di buon senso, considerata la situazione di emergenza sanitaria nella quale ci troviamo e che l’obiettivo precipuo è dare la possibilità a chi rientra nei requisiti richiesti dal bando con anni di precariato alle spalle di inoltrare la domanda con più agilità”.

Sarebbe il caso che, per questo aggiornamento e/o inserimento nelle graduatorie permanenti 24 mesi ATA, il MI prendesse in considerazione di rivedere la tabella valutazioni titoli dei collaboratori scolastici relativamente al riconoscimento del punteggio per il possesso di certificazioni informatiche oramai divenute indispensabili, cosa che nel profilo CS avviene esclusivamente nelle graduatorie terza fascia.

Anief ritiene soddisfacente questo primo passo, che va nella direzione di evitare ulteriori spostamenti per il personale Ata che, ad oggi, continua a garantire l’apertura degli Istituti e il funzionamento amministrativo.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!