Graduatorie precari Friuli, FLCGIL: no esclusione docenti fuori sede, servono

Stampa

Secondo la FLCGIL del Friulia, una regionalizzazione (con esclusione dei docenti fuori regione) delle graduatorie dei precari arrecherebbe danno alla regione.

Infatti, secondo il segretario regionale, verrebbe a mancare il numero di docenti necessari per il fabbisogno regionale.

Sulla questione mobilità che causerebbe un danno alla continuità didattica, che viene più volte addotta quale ragione per privilegiare i docenti locali con punteggi aggiuntivi, il segretario risponde affermando che il problema non esiste.

Infatti, il fenomeno riguarda soltanto il 30% dei posti liberi disponibili, quota identica anche per i docenti del nord. Con una percentuale complessiva di trasferimenti che nella regione non supera il 15% delle domande presentate. Si tratta, quindi, di un falso problema, “frutto – afferma – di una lettura miope della realtà, che scivola nell’antimeridionalismo o quantomeno in una evidente negazione del fondamentale contributo dei docenti meridionali al lavoro delle nostre scuole”.

La frecciata sembra essere rivolta al consigliere regionale Sibau, che nei giorni scorsi ha anticipato una interrogazione parlamentare con la quale si chiedeva di salvaguardare i docenti locali, sostenendo che “Non c’è alcun bisogno di andare a pescare insegnanti dal Sud, dove, statistiche alla mano, l’offerta qualitativa è sensibilmente più bassa“

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur