Graduatorie Milano, Lega: caos creato da Azzolina in tutta Italia, indegno attacco a Bussetti

Stampa

Lega – “Incredibile mistificazione della realtà da parte della sinistra, che se la prende con i funzionari del Ministero per il caos graduatorie.

Se poi, uno di quei funzionari è l’ex Ministro Bussetti, dirigente dell’Usr di Milano, si capisce come il tentativo di sviare l’attenzione dal cuore del problema sia assolutamente strumentale. In tutta Italia, da Nord a Sud, le nuove graduatorie volute dalla Azzolina, le c.d. GPS, e la relativa informatizzazione delle domande degli insegnanti, hanno provocato il caos a causa di errori non imputabili agli uffici periferici, causando ritardi nelle nomine e disservizi per studenti e famiglie, oltre ad un contenzioso colpevolmente provocato dal Ministro Azzolina e dai suoi consiglieri. La Lega aveva chiesto di rinviare di un anno queste nuove graduatorie, consapevole che il Ministero non aveva né uomini né mezzi a sufficienza per affrontare una tale operazione in tempi brevi. Se c’è un responsabile di tutto questo, si chiama Azzolina. Ed è indegno il tentativo di scaricare la responsabilità sui tanti impiegati e dirigenti, tra cui Marco Bussetti, che da settimane cercano di ovviare alle falle del sistema, con un lavoro incessante”.

Così i deputati della Lega in commissione Cultura, Scienza e Istruzione alla Camera: Daniele Belotti, Angela Colmellere, Giuseppe Basini, Sara De Angelis, Giorgia Latini, Cristina Patelli, Germano Racchella, Rossano Sasso, Luca Toccalini.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì