Graduatorie di istituto: vi si accederà solo con abilitazione, eliminate nuove iscrizioni in III fascia. Messa a disposizione vale la pena?

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

La legge n. 107 del 13 luglio 2015 (cosidetta La Buona Scuola) apporta una sostanziale modifica all'assetto delle graduatorie di istituto, a partire dall'eliminazione delle nuove iscrizioni in III fascia.

La legge n. 107 del 13 luglio 2015 (cosidetta La Buona Scuola) apporta una sostanziale modifica all'assetto delle graduatorie di istituto, a partire dall'eliminazione delle nuove iscrizioni in III fascia.

"107. A decorrere dall'anno scolastico 2016/2017, l'inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto puo' avvenire esclusivamente a seguito del conseguimento del titolo di abilitazione" Questa è la novita introdotta nella legge sulla Buona Scuola.

Questo significa che chi attualmente è in possesso del solo titolo di studio (con tutti i crediti necessari per accedere all'insegnamento) potrà iscriversi nelle graduatorie di istituto, e dunque in II fascia, solo dopo aver conseguito l'abilitazione (o all'aggiornamento previsto nel 2017, o approfittando delle finestre semestrali che permettono l'inserimento negli elenchi aggiuntivi).

La III fascia delle graduatorie di istituto dunque rimane solo per coloro che si sono inseriti nel 2014 con il dm 353/2014  (con ovvio aggiornamento del punteggio), ma non prevederà nuovi ingressi.

A questo punto, risulterà fondamentale puntare sui nuovi cicli di TFA (il corso di formazione iniziale per il conseguimento dell'abilitazione per la scuola secondaria) per ottenere l'abilitazione per potersi iscrivere nelle graduatorie. Il Ministro Giannini ha anticipato che il III ciclo TFA sarà bandito entro fine anno, probabilmente in autunno. TFA terzo ciclo entro fine anno, e non sarà l'ultimo Non sappiamo ancora quanti saranno i posti a disposizione e se saranno coinvolte tutte le classi di concorso, ma certamente rappresenterà una occasione per coloro che voranno intraprendere tale professione.

Al momento quindi, il personale docente non abilitato, non iscritto in alcuna graduatoria, può solo inviare delle domande di messa a disposizione, che i Dirigenti Scolastici potranno utilizzare nel caso di graduatorie esaurite. Dato il massiccio piano straordinario di immissioni in ruolo messo in campo per l'a.s. 2015/16, anche le supplenze lunghe potrebbero essere ridotte. Su quelle brevi naturalmente non è possibile dire nulla, dato che dipendondo da circostanze e contingenze che non è possibile prevedere a priori.

In ogni caso le domande di messa a disposizione possono essere inviate anche tramite PEC, quindi con dispendio economico uguale a zero.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur