Graduatorie di istituto: punteggi che non rispettano le tabelle dei titoli. Chi ha progettato il sistema? Lettera

Stampa

Agnese Bianchimani – Vorrei segnalare tutte le anomalie del sistema “sidi” finora riscontrate.

Chi ha progettato il tutto non deve aver tenuto conto delle tabelle A e B e delle note integrative pubblicate dal miur (per esempio la nota 8479/14). A questo si aggiungono i bugs di sistema che impediscono la correttezza di una semplice somma algebrica. Ma analizziamo nel dettaglio.

1. Il sistema non riconosce due o più titoli diversi per ciascuna certificazione linguistica. Esempio: chi possiede un B1 di inglese e un B2 di francese riesce a caricarne soltanto uno, ma la nota integrativa precisa che si valuta per ogni lingua il titolo più alto. Il sistema invece fa caricare due titoli ma di pari livello, non riesce a distinguerli.

2. I titoli informatici non vengono visualizzati nella colonna predisposta dal sistema, inoltre va in confusione quando ci sono titoli che superano i due punti.

3. Il punteggio di servizio prestato per una cdc di seconda fascia non viene calcolato per metà sull’altra cdc in terza fascia, cosa che dovrebbe avvenire automaticamente.

4. In terza fascia chi possiede Tfa e concorso deve, secondo normativa e tabella B, vedersi valutati 3+3 punti, ma il sistema riconosce a malapena un dato.

5. Per quanto riguarda i titoli di servizio con contratti atipici per insegnamento curricolare, in enti di formazione, il sistema non attribuisce il punteggio secondo i medesimi criteri relativi ad un contratto a Td.(si veda normativa)

Mi auguro possano fare chiarezza al più presto.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur