Graduatorie di istituto. Protestano gli assistenti amministrativi: Sidi funziona male e i punteggi non sono corretti

Di
WhatsApp
Telegram

inviato da Slai Cobas per il sindacato di classe Palermo – Gli Assistenti Amministrativi dello Slai Cobas per il sindacato di classe protestano vivamente contro il carico lavorativoimposto dal Miur alle segreterie scolastiche in questi mesi di luglio e agosto relativo al caricamento delle domande dei docenti per l’aggiornamento o inserimento nelle nuove graduatorie di istituto (II e III fascia) e che si aggiunge a tutto il lavoro "ordinario", già abbastanza consistente, di preparazione per il nuovo anno scolastico.

inviato da Slai Cobas per il sindacato di classe Palermo – Gli Assistenti Amministrativi dello Slai Cobas per il sindacato di classe protestano vivamente contro il carico lavorativoimposto dal Miur alle segreterie scolastiche in questi mesi di luglio e agosto relativo al caricamento delle domande dei docenti per l’aggiornamento o inserimento nelle nuove graduatorie di istituto (II e III fascia) e che si aggiunge a tutto il lavoro "ordinario", già abbastanza consistente, di preparazione per il nuovo anno scolastico.

Un carico di lavoro scaricatao senza alcun criterio! dal Ministero in un periodo, quello estivo, in cui le segreterie scolastiche, già di per sé al collasso per i tagli indiscriminati che negli anni i governi hanno abbattuto sugli organici riducendo di molto il personale amministrativo, e spesso in tilt per la mole inaudita di lavoro che via via, per le politiche del risparmio ma solo sulla pelle dei lavoratori, che da anni non ricevono più aumenti stipendiali!, è stata trasferita alle segreterie da vari Enti, a cominciare dall’ex PROVVEDITORATO per continuare con il MEF, l’INPS, IL COMUNE, LA REGIONE…, con i Dirigenti Scolastici che, troppo indaffarati tra progetti e progettini (altro lavoro per le segreterie scaricato sempre sugli stessi amministrativi a cui arrivano, quando arrivano, solo le briciole dal piatto!) in gran parte non hanno mosso un dito per bloccare questa situazione sono di fatto dimezzate in termini di unità di Assistenti Amministrativi che giustamente, dopo un anno di lavoro, hanno diritto ad andare in ferie, secondo quanto previsto dal CCNL del comparto scuola.

E mentre ci sono gli ex provveditorati, oggi Ambiti Territoriali, che "fanno a gara" a porre scadenze strettissime per il caricamento delle domande dei docenti giunte nelle segreterie, affinché le graduatorie siano pronte entro il
31 agosto, NESSUNO SI PRENDE LA BRIGA, a cominciare dal MIUR per continuare con gli USR e gli ex provveditorati, a risolvere tutti i problemi tecnici che si stanno verificando in questi giorni a livello informatico: il sistema del SIDI non funziona o funziona male, le domande SI DEVONO CARICARE?! ma in realtà non si riesce a caricare un bel niente con la linea internet che si interrompe continuamente, i punteggi che il sistema dovrebbe attribuire ai titoli culturali e di servizio dichiarati dai docenti che risultano non corretti, i nodi/link che appaiono e scompaiono… e chi più ne ha più ne metta!

E che fa ancora il Miur? Stacca il service desk, il call center ministeriale apposito per dare indicazioni e assistere gli amministrativi per i quali a questo punto, sottoposti ad un significativo stress lavoro/correlato, il messaggio sembra essere "aiutatevi che Dio forse vi aiuta"

Anche questa è la scuola dicui tanto anche il Governo Renzi/Giannini si è riempito la bocca, una scuola allo sbando dove a pagarla dovrebbero essere sempre e solo i lavoratori. Noi non ci stiamo!

Invitiamo pertanto tutti gli Assistenti Amministrativi, che da anni ormai subiscono questo stato di cose, a unirsi alla denuncia e alla protesta che questa O.S. farà pervenire al Ministro Giannini e agli altri Enti interessati,
e ad organizzarsi sin da settembre per lottare contro una condizione lavorativa che negli anni è peggiorata.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”