Graduatorie di istituto: nuova nota Miur. Titolo sostegno non è a cascata, contratti atipici, autocertificazione titoli

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – E ancora riserva anche per chi ottiene riconoscimento dell’abilitazione conseguita in uno degli Stati europei entro il 31 luglio 2014 e indicazioni per strumento musicale. Tutte le guide

red – E ancora riserva anche per chi ottiene riconoscimento dell’abilitazione conseguita in uno degli Stati europei entro il 31 luglio 2014 e indicazioni per strumento musicale. Tutte le guide

Riserva. Gli aspiranti che si iscrivono con riserva in II fascia e che conseguiranno l’abilitazione entro il 31 luglio 2014 sono graduati secondo la tabella A di valutazione dei titoli

Sostegno. La specializzazione è direttamente correlata al grado di istruzine per la quale è stata conseguita. Pertanto, in caso di abilitazioni verticali a cascata, la specializzazione conseguita con i nuovi corsi abilitanti in base al DM n. 249/10 e la DM 30 settembre 2011 non vale in automatico per tutti i gradi di scuola per cui si è abilitati.

I servizi prestati con contratti atipici, non da lavoro dipendente, stipulati nelle scuole paritarie o nei centri di formazione professionale su insegnamenti curricolari, sono valutati per l’intero perioro

Il punto C della tabella di valutazione di III fascia sulle certificazioni dei titoli culturali e professionali da presentare in originale si intende superato dalla normativa sulle autocertificazioni

Seguici su Facebook, news sulle graduatorie di istituto

Riserva anche per gli aspiranti con idoneità o abilitazione all’insegnamento rilasciata da uno degli Stati dell’Unione Europea che hanno in corso la procedura di riconoscimento, purchè tale procedura si concluda entro il 31 luglio 2014.

Docenti di strumento musicale iscritti precedentemente in III fascia e che si iscrivono in II fascia non sono tenuti a ripresentare i titoli artistici già valutati. Il punteggio attribuito dovrà comunque essere dichiarato.

La nota del 18 giugno 2014

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia