Graduatorie di istituto. Il “mistero del modello B”, quando sarà possibile compilarlo

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Il modello B è quello con cui si scelgono le scuole nelle cui graduatorie comparire. Una scelta importante, valida per il triennio 2014/15, 2015/16, 2016/17. Il modello si compila esclusivamente in modalità telematica, su Istanze on line, ma non è ancora disponibile.

red – Il modello B è quello con cui si scelgono le scuole nelle cui graduatorie comparire. Una scelta importante, valida per il triennio 2014/15, 2015/16, 2016/17. Il modello si compila esclusivamente in modalità telematica, su Istanze on line, ma non è ancora disponibile.

Il Modello B deve essere presento obbligatoriamente da tutti gli aspiranti per la richiesta delle scuole nelle cui graduatorie essere presenti. Si presenta attraverso la piattaforma del Miur Istanze on line. Chi non è ancora iscritto può già procedere alla registrazione. Guida alla registrazione a Istanze on line

Nel decreto presente sul sito del Ministero vi è il fac simile del modello, ma la presentazione avverrà esclusivamente per modalità telematica (non sarà necessario inviare il cartaceo, le scuole ricevono il file in pdf e lavorano su quello).

La presentazione della domanda in modalità cartacea scade il 23 giugno 2014. Seguici su Facebook, news in tempo reale

Il dm n. 353 del 22 maggio 2014 prevede all’art. 7 comma 1 la stessa scadenza anche per la presentazione del modello B, ma dal momento che il modello non è ancora presente su Istanze on line, vi è da ritenere che il Miur utilizzerà una diversa data di scadenze. Una delle ipotesi al vaglio era quella di rimandare al compilazione al mese di luglio, ma in queste ultime ore si stanno prendendo in considerazone date diverse, di cui vi daremo informazione in maniera tempestiva. (Le domande attualmente presenti su Istanze on line non sono utili). 

In ogni caso la domanda cartacea può essere presentata, indipendentemente dal modello B. Ci si deve solo ricordare che il modello B deve essere indirizzato alla stessa istituzione scolastica alla quale sono stati indirizzati i modello A1, A2, A2bis.

Coloro che hanno titolo esclusivamente all’inclusione in I fascia di istituto, in quanto inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, possono presentare il suddetto modello B ad una qualsiasi istituzione scolastica della provincia prescelta.

E’ possibile essere iscritti nelle graduatorie di istituto di una provincia diversa rispetto a quella delle graduatorie ad esaurimento, oppure cambiare provincia di inserimento rispetto a quella del 2011 senza avere alcuna penalizzazione. Graduatorie di istituto in provincia diversa da quella delle Graduatorie ad esaurimento: è possibile

Scelta della provincia: Si possono scegliere massimo 20 istituzioni scolastiche di una sola provincia , con il limite, per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e primaria di 10 istituzioni, di cui al massimo 2 circoli didattici .

  • Solo per le province in cui non è possibile si verifichi tale possibilità (10 scuole, di cui al massimo 2 circoli didattici), è possibile presentare domanda per 10 istituzioni scolastiche, non tenendo conto del limite dei circoli didattici.

Gli istituti comprensivi si valutano, per la scuola d’infanzia e primaria, solo entro il limite delle 10 istituzioni , secondo l’ordine con cui l’aspirante li elenca nel modello B.

Quindi l’aspirante che si iscrive sia per la scuola di infanzia che primaria può scegliere al massimo 10 istituzioni scolastiche per questi ordini di scuola, più altre 10 istituzioni per la scuola secondaria, se vi può accedere. Il docente può autonomamente decidere di scegliere più di 10 istituzioni scolastiche per la secondaria, abbassando il numero per infanzia e primaria.

  • L’aspirante che si iscrive solo per la scuola secondaria può scegliere max 20 istituzioni scolastiche

Per coloro che possono accedere sia alle graduatorie di scuola d’infanzia/primaria che a quelle di scuola secondaria, l ‘indicazione dell’istituto comprensivo vale sia per le graduatorie di scuola dell’infanzia/primaria sia per la scuola secondaria di I grado. Quindi la scelta dell’istituto comprensivo può rivelarsi utile per indicare, con un unico codice, più scuole. Le indicazioni relative ad istituti comprensivi si valutano per la scuola dell’infanzia e primaria solo entro il limite delle 10 istituzioni, secondo l’ordine indicato nel modello B.

Per gli istituti onnicomprensivi (da infanzia a secondaria) bisogna indicare invece gli specifici codici meccanografici delle singole scuole che fanno parte dell’istituto scelto.

Per le province di Bolzano, Trento e la Valle d’Aosta, valgono le specifiche disposizioni adottate dai rispettivi Uffici secondo provvedimenti autonomi.

Inoltre

  • All’interno delle max 10 istituzioni scolastiche scelte per la scuola di infanzia/primaria ogni aspirante può scegliere massimo 7 istituzioni scolastiche, con il limite di 2 circoli didattici, in cui essere chiamati con priorità per supplenze brevi sino a 10 giorni.

Riepilogo

1) Docente che si iscrive solo per scuola di infanzia e primaria:
Max 10 istituzioni scolastiche, con limite di 2 circoli didattici (tranne nelle province in cui questa previsione non è possibile)
Di queste 10 istituzioni, 7 possono essere scelte per la "priorità nelle supplenze brevi sino a 10 giorni", con il limite di 2 circoli didattici

2) Docente che si iscrive sia per la scuola di infanzia/primaria che secondaria
Max 10 istituzioni scolastiche (con i limiti già esposti) + 10 istituzioni per le secondarie (il limite minimo per ogni grado di scuola può essere scelto dall’aspirante)

3) Docente che si iscrive solo per la scuola secondaria
Max 20 istituzioni scolastiche

Aggiornamento Graduatorie d’Istituto 2014: normativa, guide, consulenza

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia