Graduatorie di istituto: la proroga riguarda i lavori di segreteria e il modello B, non si possono più presentare domande

Stampa

La scadenza per la presentazione delle domande di inserimento e/o aggiornamento delle graduatorie di istituto è stata fissata per il triennio 2017/20 al 24 giugno 2017 e non c’è stata alcuna proroga.

Chi non è riuscito a presentare la domanda entro quella data non può più inserirsi, al massimo può presentare istanza presso la provincia di Trento dato che il bando provinciale in quel caso scade il 5 luglio.

La proroga concessa dal Ministero riguarda i lavori di segreteria, che nella nota di accompagnamento al DM n. 374 al 1° giugno 2017, fissava in soli 6 giorni la valutazione delle domande e l’inserimento al sistema informatico. Operazione rilevatesi impossibile sia per il numero di domande presentate, sia per il malfunzionamento del SIDI.

Pertanto, grazie alla protesta di assistenti amministrativi, Presidi, associazioni e sindacati, il Miur ha disposto la proroga dei lavori di segreteria fino al 13 luglio. Ma le domande presentate rimangono sempre quelle e certo non potranno essere integrate con nuovi titoli,

Di conseguenza è stato differito anche il periodo in cui, tutti coloro che hanno presentato domanda, dovranno compilare il modello B su Istanze on line: dal 14 al 25 luglio.

Quindi per i docenti rimane tutto invariato, a parte il differimento della presentazione del modello B.

Resta invariata la possibilità, sia per chi si è iscritto nelle graduatorie di istituto di una provincia, sia per chi non ha fatto in tempo, di inviare le domande di messa a disposizione che i Dirigenti Scolastici possono utilizzare in caso di graduatorie esaurite.

Graduatorie di istituto: dal 14 luglio su Istanze on line modello B, guida per la compilazione. Prima parte

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur