Graduatorie di istituto II fascia: come si calcola punteggio per diplomati magistrale

Di
WhatsApp
Telegram

Lalla – Si avvicina la pubblicazione delle graduatorie di istituto. Chiariamo i punteggi attribuibili al personale che si iscrive in II fascia con il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02.

Lalla – Si avvicina la pubblicazione delle graduatorie di istituto. Chiariamo i punteggi attribuibili al personale che si iscrive in II fascia con il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02.

Il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 è stato considerato abilitante all’insegnamento in seguito al parere del Consiglio di Stato del 5 settembre 2013, determinando così l’inserimento nella II fascia delle graduatorie di istituto.

Va però precisato che ai sensi dell’art. 402 del D.lgs 297/94, per l’accesso alla graduatoria della scuola Primaria, il titolo previsto è il Diploma di maturità magistrale – ovvero titoli sperimentali ad esso equiparati – conseguito entro l’a.s. 2001/02.

Il titolo triennale di scuola magistrale dà, invece, accesso alla sola graduatoria della scuola dell’Infanzia nota USR Veneto

Segui su Facebook le news del mondo della scuola

Punteggio abilitazione

  • Al diploma va assegnato un punteggio da 4 a 12 in base al voto ( tabella di conversione ) + 6 punti attribuiti a ciascuna abilitazione

Punteggio di servizio

3) I servizi di II fascia , differentemente dalla valutazione dei servizi di III fascia , non possono essere fatti valere per il medesimo anno scolastico come specifico su una classe di concorso e come aspecifici per altre classi di concorso. Pertanto l’aspirante deve optare a quale classe di concorso attribuirli. Nota Miur 23 giugno 2014

Quindi il docente che passa dalla III alla II fascia troverà in quest’ultima un punteggio diverso (inferiore).

Molti docenti avevano compilato in maniera errata la domanda presentata entro il 23 giugno, perchè avevano attribuito il servizio svolto in un ordine anche all’altro (come erano soliti fare per la III fascia). Le segreterie scolastiche hanno dovuto contattare gli interessati, per fare loro scegliere l’ordine in cui dichiarare il servizio specifico.

La regola della valutazione del servizio in II fascia è infatti che si possono far valutare al massimo 6 mesi di servizio, tra specifico e non specifico.

Facciamo alcuni esempi.

Se ho sempre lavorato nella scuola dell’infanzia e questa è la graduatoria che voglio portare avanti, avrò tutto l’interesse a far valere il servizio come specifico (12 punti per anno su infanzia), mentre per la primaria non acquisirò alcun punteggio.

Se invece, pur lavorando nell’infanzia, la graduatoria che voglio portare avanti è quella della primaria, potrò far valutare il servizio come non specifico (max 6 punti per anno scolastico, rinunciando naturalmente al servizio specifico su infanzia.

Un’altra scelta potrebbe essere quella di suddividere tra servizio specifico e non specifico, sempre nel limite massimo dei 6 mesi, ma questo è da valutare bene, potrebbe trattarsi solo una inutile dispersione del servizio.

Altri titoli

Se il docente ha richiesto con il diploma l’accesso sia ad infanzia che primaria

"Non è valutabile, nella graduatoria dell’infanzia, come seconda abilitazione, il Diploma Magistrale qualora utilizzato come titolo di accesso anche per la scuola primaria, e viceversa. " Nota miur 24 luglio 2014

Per quanto riguarda gli altri titoli, essi verranno valutati in base alla tabella di valutazione

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito