Graduatorie di istituto: ignorati i vincitori senza cattedra del concorso 2012

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

inviato da Helga Dittrich – La situazione è, a dir poco, paradossale. Restano da immettere ancora circa 7000 VINCITORI di un concorso altamente selettivo (circa il 5% dei candidati è arrivato al traguardo). 7000 anime in pena sparse su tutto il territorio nazionale. Di queste, parecchie sono e saranno ancora una volta confinate in terza fascia delle Graduatorie d’Istituto e si vedranno passare DAVANTI come delle meteore chi si sta abilitando con i PAS.

inviato da Helga Dittrich – La situazione è, a dir poco, paradossale. Restano da immettere ancora circa 7000 VINCITORI di un concorso altamente selettivo (circa il 5% dei candidati è arrivato al traguardo). 7000 anime in pena sparse su tutto il territorio nazionale. Di queste, parecchie sono e saranno ancora una volta confinate in terza fascia delle Graduatorie d’Istituto e si vedranno passare DAVANTI come delle meteore chi si sta abilitando con i PAS.

Numerosi degli attuali iscritti ai PAS non sono riusciti a superare il concorso che NOI abbiamo vinto e, ora, noi rischiamo di restare al palo! Le segreterie scolastiche nicchiano, alcune scuole si dichiarano stupite e amareggiate per la condizione assurda in cui ci troviamo, altre invece sono molto commiserevoli con i "passini". Io so solo che le 7000 "anime in pena sparse per l’Italia" sono state duramente messe alla prova, studiando senza nessun genere di dispense o di schede predisposte.

Studiare da autodidatta il programma di lettere, Storia, Geografia, Linguistica, la normativa scolastica dal 1848 ad oggi, la Strategia di Lisbona, le competenze di cittadinanza attiva…. da soli, senza avere indicazioni (se non quelle generiche di un concorso risalente a 13 anni prima!) da parte di nessuno… allo sbaraglio completo, nel vuoto più assoluto, aiutandoci solo tra di noi, vedendo giorno dopo giorno "cadere sul campo" amici e conoscenti… è stato terribile, nel mio caso 10 mesi di inferno preceduti da quasi due anni di studio.

E inoltre: abbiamo continuato ad andare a scuola, SEMPRE, tra i NOSTRI ragazzi (diversi ogni anno), senza poter avere diritto ad uno straccio di permesso studio (autodidatti fino in fondo!), senza vederci riconosciuti e pagati i giorni in cui abbiamo dovuto sostenere gli esami, garantendo la continuità didattica (uno dei fondamenti su cui tanto insistevano per il Concorso). Abbiamo atteso mesi prima che uscissero le graduatorie provvisorie, e poi quelle definitive, e poi le definitive delle definitive…

E ora? Siamo qua, 7000 anime in pena sparse per il territorio nazionale. Ciascuna con la sua storia, il suo percorso, i suoi successi e insuccessi, le speranze e le delusioni. Una cosa, però, ci unisce: la consapevolezza profonda e incrollabile di aver VINTO un concorso che ha lasciato indietro quasi 293.000 persone.

Di questi 293.000, molti a breve ci passeranno davanti…. come in un eterno girone infernale, dove si continua a correre in cerchio inseguendo l’insegna vuota del ruolo.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato