Graduatorie istituto, far valutare servizio aspecifico come specifico nel caso di più classi di concorso confluite in una nuova

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

L’aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto del personale docente ed educativo per il triennio 2017-2020 avverrà sulla base delle nuove classi di concorso, di cui al DPR n. 19/2016 e del successivo DM n. 259/2017.

Com’è noto, non sono pochi i casi di più classi di concorso del pregresso ordinamento confluite in una nuova classe, per cui molti docenti si pongono il problema di come far valutare il servizio svolto nelle diverse “vecchie” classi di concorso nella nuova di confluenza.

La risposta ai dubbi degli interessati è fornita dall’articolo 4bis del DM n. 374/2017, che ha disposto l’aggiornamento delle graduatorie. Nel predetto articolo, dedicato alla valutazione di titoli e servizi, in particolare nel paragrafo “Norme comuni alla II e III fascia“, così si dispone:

Nel caso di nuove classi di concorso nelle quali confluiscono più classi del pregresso ordinamento, i servizi prestati fino all’anno scolastico 2016/2017 in una o più delle classi di concorso confluite, sono valutati, secondo le disposizioni previste per la II e III fascia, come specifici per la classe di concorso di confluenza di cui al D.P.R. n. 19/2016, richiesta.

Quindi il servizio prestato in diverse classi di concorso, confluite in una nuova, va valutato tutto come specifico nella classe di confluenza. Ad esempio: coloro i quali sono in possesso del titolo di studio/abilitazione per le classi di concorso A025 “Disegno e storia dell’arte” nella scuola superiore e A024 “Disegno e storia del costume” sono confluiti nella nuova classe A-17 “Disegno e storia dell’arte”.

Stando a quanto suddetto, nel caso di servizi prestati nella A025 e già valutati come specifici in tale classe e non specifici nella A024, detti servizi saranno valutati tutti come specifici nella nuova cdc A-17.

Come indicare la predetta valutazione nel modulo domanda? Bisogna richiederne la valutazione nella sezione D, dichiarando nuovamente i servizi già effettuati e valutati precedentemente come aspecifici. Questa la sezione D:

Il docente dovrà:

– indicare la vecchia classe di concorso in cui il servizio era stato effettivamente prestato (A025 nel nostro caso): ” Classe di concorso del servizio (19)(19a) ….”
– chiedere la rivalutazione nella voce sottostante “Servizio da rivalutare rispetto al punteggio di ………… precedentemente attribuito nella classe di concorso di vecchio ordinamento…”, inserendo nello spazio vuoto “6 (valutazione dunque come aspecifico)” e inserendo la vecchia classe di concorso (A024) in cui il servizio era stato prestato come aspecifico.:

Graduatorie di istituto, il decreto II e III fascia, modelli domanda, tabella titoli. Scadenza 24 giugno, le istruzioni

Versione stampabile
anief
soloformazione