Graduatorie Istituto elenchi aggiuntivi, scelta scuole e limiti docenti già inseriti in GI

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con il decreto n. 73/2019, ha disposto l’integrazione delle graduatorie di istituto 2017-20, tramite la cosiddetta finestra semestrale, prevista dal DM n. 326/2015.

Ricordiamo cosa disciplina il decreto, focalizzando la nostra attenzione sulla scelta delle sedi da parte di chi chiede l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla seconda fascia.

Graduatorie di istituto: integrazione

Il decreto disciplina:

  • l’inserimento in II fascia delle graduatorie di istituto dei docenti che hanno conseguito il titolo di abilitazione dopo il 24/06/2017 (termine ultimo dell’aggiornamento triennale delle predette graduatorie)  ed entro il 1° febbraio 2019, i quali verranno collocati in un elenco aggiuntivo alle graduatorie di II fascia;
  • l’inserimento negli elenchi aggiuntivi di sostegno dei docenti che conseguono il titolo di specializzazione per il sostegno dopo il 24/06/2017 (termine ultimo dell’aggiornamento triennale delle predette graduatorie) ed entro il 1° febbraio 2019, i quali verranno collocati in coda agli elenchi di sostegno della fascia di appartenenza;
  • il consueto riconoscimento della precedenza nell’attribuzione delle supplenze di III fascia di  istituto, per i docenti che vi siano inseriti e che conseguono il titolo di abilitazione nelle more dell’inserimento nelle finestre semestrali di pertinenza.

Graduatorie di istituto: inserimento elenchi aggiuntivi seconda fascia

I docenti, che hanno conseguito il titolo di abilitazione per la scuola primaria, dell’infanzia e secondaria di primo e secondo grado, dopo il termine ultimo di di aggiornamento triennale delle graduatorie (ossia dopo il 24/06/2017) ed entro il 1° febbraio 2019, stando a quanto detto sopra, possono chiedere l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla II fascia delle relative graduatorie di istituto.

Le domande di inserimento vanno presentate tramite il modello A3 entro il 16 febbraio 2019.

Approfondisci

Graduatorie di istituto: scelta sedi per chi chiede inserimento

I docenti, che chiedono l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla seconda fascia, dovranno scegliere le sedi, inoltrando il modello B tramite Istanze Online, tra il 25 febbraio e il 15 marzo 2019 entro le ore 14,00.

Al riguardo dobbiamo distinguere tra  docenti non inseriti e docenti già inseriti nelle graduatorie di istituto.

Docenti non inseriti in graduatoria

 Per la scuola secondaria di primo e secondo grado è possibile indicare sino a un massimo di 20 istituzioni scolastiche, sempre della stessa provincia.

Per la scuola dell’infanzia e primaria vige il limite di 10 istituzioni, di cui al massimo 2 circoli didattici, sempre della medesima provincia.  I docenti possono indicare 10 scuole senza rispettare il predetto limite (dei circoli didattici), qualora non sia possibile e l’USR abbia emanato apposito provvedimento. 

Docenti già inseriti in graduatoria

docentigià presenti per altri insegnamenti nelle graduatorie di I, II, e III fascia (o negli elenchi aggiuntivi alla II fascia relativi alla finestra semestrale del 1° agosto 2018) e  che chiedono l’inserimento negli elenchi aggiuntivi, possono sostituire, nella stessa provincia di iscrizione, una o più scuole già espresse all’atto della domanda di inserimento/aggiornamento.

Le nuove scuole si possono richiedere soltanto per i nuovi insegnamenti, per i  quali si chiede l’inserimento nell’elenco aggiuntivo relativo alla finestra del 1° febbraio 2019,  mentre non è consentito cambiare sedi qualora nelle stesse tali insegnamenti siano già impartiti.

Nelle nuove scuole, in caso di sostituzione di sedi, l’interessato sarà presente soltanto per gli insegnamenti per i quali chiede l’inserimento nella seconda fascia aggiuntiva.

nota

decreto

Modello A3

Graduatorie di istituto: inserimento elenchi aggiuntivi II fascia e di sostegno. Scadenza domande

Versione stampabile
anief banner
soloformazione