Graduatorie di istituto: come scegliere la provincia migliore

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Premesso che non esiste una formula magica, alcune indicazioni potrebbero tornare utili soprattuttto per quelle classi di concorso presenti non in tutte le scuole.

Modelli di domanda vanno presentati ad un’unica scuola capofila

red – Premesso che non esiste una formula magica, alcune indicazioni potrebbero tornare utili soprattuttto per quelle classi di concorso presenti non in tutte le scuole.

Modelli di domanda vanno presentati ad un’unica scuola capofila

Sicuramente la scelta delle istituzioni scolastiche va fatta innanzitutto in relazione all’ordine o grado di scuola in cui si è inseriti, o in cui si aspira a lavorare con continuità.

L’indicazione può essere rivolta in particolare a chi deve iscriversi sia per la scuola di infanzia/primaria che secondaria: se l’aspirante è già abilitato per classi di concorso della scuola secondaria, potrebbe privilegiare queste nella scelta, in modo da avere nella provincia il maggior numero di opportunità possibili. Ricordiamo Graduatorie di istituto: non bisogna iscriversi necessariamente per tutte le classi di concorso per cui si ha titolo!

Non è possibile indicare un metodo scientifico per individuare le scuole in cui si verificheranno più supplenze, poichè le Graduatorie di istituto vengono utilizzate soprattutto per le supplenze brevi e temporaneene, per cui non si può conoscere in anticipo quante e di che durata saranno le assenze dei docenti titolari.

Seguici su Facebook, tutte le news sulle graduatorie di istituto

In ogni caso, se si risiede in una provincia, ad es. Catania, e non si ha la possibilità, o non lo si ritiene economicamente conveniente, spostarsi in una provincia lontana per una supplenza breve, è conveniente scegliere o la stessa di residenza o domicilio, o comunque una provincia ritenuta facilmente raggiungibile nell’arco di 24 ore. In questo modo non si annulleranno le possibilità lavorative per impedimenti estranei a quelli scolastici.
Lo stesso consiglio può essere rivolto a chi sceglie una provincia molto ampia, e soprattutto per le supplenze da svolgere in via "prioritaria" (i docenti che richiedono l’iscrizione per infanzia e primaria possono scegliere un massimo di 7 istituzioni scolastiche, con il limite di 2 circoli didattici, per essere chiamati in via prioritaria per supplenze brevi fino a 10 giorni).

Delle utili indicazioni potrebbero derivare anche da uno sguardo agli organici di diritto (pubblicati finora infanzia e primaria, in questi giorni anche secondaria di I grado, ma non ancora secondaria di II grado), o anche dalla posizione degli ultimi nominati dalle graduatorie ad esaurimento o, perchè no, dalle ultime immissioni in ruolo.

Segui la conversazione nel nostro forum Come si fa a capire quale potrebbe essere la provincia migliore?

Le guide alla compilazione delle domande

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?