Graduatorie di istituto: chiesta riserva per chi consegue titolo dopo 24 giugno, Università costrette ad anticipare lauree

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 1° giugno 2017, com’è noto, il Miur ha pubblicato il DM n. 374, che ha disposto l’aggiornamento delle graduatorie di istituto di II e III del personale docente ed educativo per il triennio 2017-2020.

La data ultima di presentazione della domanda di inserimento/aggiornamento nelle predette graduatorie è il 24 giugno 2017.

Come abbiamo riferito in “Graduatorie di istituto: scadenza 24 giugno, non è prevista riserva per chi consegue il titolo dopo questa data“, non è prevista alcuna iscrizione con riserva per coloro i quali conseguiranno il titolo dopo la data succitata.

La richiesta di possibilità di iscrizione con riserva per coloro che conseguiranno il titolo entro il 31 agosto 2017 era stata inoltrata all’Amministrazione, che non ne ha tenuto conto.

Contro le disposizioni del DM n. 374, riguardanti il termine ultimo di presentazione delle domande e il fatto che il Miur non abbia previsto un’iscrizione con riserva per chi si laureerà a luglio, si sono schierati  i docenti della facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Modena e Reggio, primi fra tutti i professori Nicola Barbieri e Mariagiuseppina Bartolini (come riporta il Gazzettino di Reggio”).

I due professori definiscono discriminante e poco sensata la scelta del Miur che  non ha tenuto conto del mondo universitario. Pertanto, chiedono l’iscrizione con riserva entro il 24 giugno.

L’Università sembrerebbe disponibile ad attivare una sessione anticipata, che potrebbe comunque non essere utile allo scopo, visti i tempi ristretti.

Il Miur accoglierà la richiesta del mondo universitario?

Seguiremo l’evolversi della vicenda.

Speciale graduatorie di istituto

Versione stampabile
anief
soloformazione