Graduatorie di istituto: agli abilitati TFA spettano 36 punti in più

Stampa

Il CNT, Coordinamento Nazionale TFA comunica che, il 5 novembre 2015, il TAR Lazio ha dichiarato inammissibile il ricorso intentato a ridosso dell’aggiornamento delle GI per il 2014 – 2017, dai sindacati confederali contro il cosiddetto bonus di 36 punti spendibile nelle GI dagli abilitati con il TFA

Il CNT, Coordinamento Nazionale TFA comunica che, il 5 novembre 2015, il TAR Lazio ha dichiarato inammissibile il ricorso intentato a ridosso dell’aggiornamento delle GI per il 2014 – 2017, dai sindacati confederali contro il cosiddetto bonus di 36 punti spendibile nelle GI dagli abilitati con il TFA

Il comunicato – Molti dei coordinatori del CNT, all’epoca non ancora costituito, nonché lo stesso attuale presidente del Coordinamento, affiancati da molti tieffini e patrocinati dall’ avvocato Sirio Solidoro, si erano costituiti ad opponendum per evidenziare in sede legale come l’intervento dei cinque sindacati confederali non risultasse coerente con la loro stessa finalità costitutiva, in quanto difensori di solo una parte dei loro iscritti. Il loro fine era esclusivamente quello di difendere i docenti frequentanti i percorsi speciali PAS, pretendendo di schiacciare sotto il peso di un irrisorio punteggio tutti coloro che si erano appena abilitati all’insegnamento seguendo le ordinarie indicazioni del MIUR e che non possedevano anni di esperienza e relativo punteggio. È stato proprio l’intervento ad opponendum dei tieffini a rendere palese che i cinque sindacati ricorrenti non potevano agire in giudizio in quanto i loro associati, e quindi coloro che essi rappresentavano, non possedevano tutti il medesimo interesse, ma anzi interessi contrapposti.

Oggi, con la sentenza di merito del Tribunale Amministrativo di Roma, il percorso si conclude e il bonus è salvo, con tutti i conseguenti effetti sui successivi cicli abilitanti ordinari.

Il CNT, nato ufficialmente da poco tempo ma attivo nella persona dei suoi componenti ormai da anni, è particolarmente soddisfatto di aver raggiunto un risultato così importante ed evidenzia come questa vittoria sia il primo segno di riscatto rispetto alle numerose ingiustizie subite dagli abilitati TFA.

Un grazie all’ avvocato Sirio Solidoro e un grazie a tutti gli ‪‎abilitati con il Tirocinio Formativo Attivo che continuano a credere nelle azioni, sempre trasparenti e legittime, del Coordinamento Nazionale TFA.

Per l’associazione CNT, Coordinamento Nazionale TFA (#abilitatitfa)

I Coordinatori, Prof.ri

Bonadimani, Burrasca, Di Pirro, Fazio, Mariotti, Piersantelli, Viti.

La sentenza

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur