Graduatorie III fascia ATA: calcolo del servizio per anno scolastico

di Giovanni Calandrino
ipsef

item-thumbnail

Un esempio pratico per la valutazione nelle graduatorie ATA di III fascia del servizio svolto come collaboratore scolastico. Le domande per il triennio 2017/20 potranno essere presentate a partire da giorno 30 settembre. Il Miur pubblicherà i modelli di domanda utili.

Servizio prestato nel profilo di Collaboratore scolastico, in diversi istituti scolastici di una stessa provincia

  • dal 16/02/2016 al 25/03/2016
  • dal 26/04/2016 al 15/05/2016
  • dal 17/07/2016 al 27/05/2016
  • dal 30/05/2016 al 18/06/2016
  • dal 28/11/2016 al 30/06/2017

In vista del prossimo aggiornamento delle graduatorie Ata, è bene chiarre il computo del punteggio. In particolare esso prevede che siano valutabili i giorni non cumulabili in un mese, perché non superiore ai 15 gg consecutivi, oppure vanno “persi”?
Per esempio, nel secondo incarico dal 26/04//16 al 15/05/16 quanti giorni devono essere conteggiati?
Inoltre il servizio prestato può essere valutato anche  per il profilo di Assistente Amministrativo  e se sì  con quale  punteggio?

Il calcolo va effettuato in base al calendario comune, secondo quanto prescrive l’art. 2963 del Codice Civile, che costituisce fonte normativa di riferimento. Si fa uso del calendario senza tener conto della durata in giorni.

Il mese decorrente da un determinato giorno termina, quindi, nel giorno (compreso) immediatamente precedente del mese successivo.

I periodi continuativi articolati su più mesi sono calcolati partendo dal primo giorno di servizio. Si conteggia poi il periodo intercorrente tra tale giorno ed il giorno immediatamente precedente del/i mese/i successivo/i. Si procede infine al computo dei giorni restanti di tale ultimo mese, come da calendario.

E’ utile ricordare che gli spezzoni di servizio residui per SINGOLO anno scolastico NON possono essere conteggiati – sommati – valutati. Inoltre, l’espressione letterale “fino ad un massimo di punti 6 per ciascun anno scolastico” (Allegato A – DM 640/2017) va intesa nel senso che il calcolo (punteggio) della durata di uno o più periodi di servizio sia riferito esclusivamente ad anno scolastico.

Fermo restando il criterio temporale di calcolo innanzi enunciato, ribadiamo che nel caso in cui risulti una frazione di mese superiore a giorni 15, essa è considerata mese intero e come tale valutata.

Se, invece, risulti una frazione di mese pari o inferiore a giorni 15, essa non è considerata mese intero e come tale non viene attribuito alcun punteggio, né tale residuo periodo di servizio può essere sommato ad altri servizi prestati in anni scolastici diversi (nota prot. n. 617 del 26 gennaio 2012).

Così ad esempio dal 26.04.16 al 15.05.16 sono 20 giorni di servizio e pertanto valutati come mese intero.

Inoltre il servizio prestato coma CS può essere valutato nel profilo di AA come “Altro servizio prestato in una qualsiasi delle scuole elencate al punto 7.1 dell’Allegato A/1” ovvero 0,10 punti per ogni mese di servizio o frazione superiore a 15 giorni, fino a un massimo 1,20 punti l’anno per ciascun anno scolastico.

Graduatorie III fascia ATA, ecco decreto e modelli. Domande dal 30 settembre al 30 ottobre

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione