Graduatorie GPS supplenze, Anief: ad autunno 2021 potrebbero essere stravolte e punteggio titoli rivisto

Stampa

ANIEF  –  Nel prossimo autunno potrebbero essere stravolte le nuove graduatorie GPS, dove sono iscritti decine di migliaia di supplenti, introdotte un anno fa dall’amministrazione per sveltire le operazioni di nomina: la decisione di cambiare la valutazione dei punteggi dei titoli e dei servizi svolti è stata subito contestata e poi impugnata dall’Anief.

Adesso, c’è un’ordinanza del Consiglio di Stato che ha accolto i rilievi e subito dopo l’estate potrebbe confermare l’orientamento di censurare il bando a seguito proprio dello stravolgimento della valutazione di titoli, con riduzioni importanti nella considerazione numerica assegnata senza produrre giustificazioni di sorta. Se le cose andranno così, dice Marcello Pacifico all’agenzia Teleborsa, “significa che bisognerà andare a rivedere tutti i contratti che, nel frattempo, sono stati assegnati quest’anno per le supplenze e i prossimi anni addirittura per le immissioni in ruolo dalla prima fascia delle GPS”.

Con la pubblicazione del bando di gestione delle nuove graduatorie GPS sono state introdotte delle regole discutibili che ora potrebbero cambiare per mano dei giudici: ad esempio, il punteggio dei titoli accademici è stato ridotto da tre punti ad un solo punto, “andando contro anche a quella politica che tendeva a valorizzare i titoli universitari”, ha ricordato il presidente Anief. Tutto questo potrebbe cambiare se, come sembra trasparire dall’accoglimento dell’ordinanza del Consiglio di Stato, sarà confermato l’orientamento di censurare il bando che ha diminuito la valutazione di questi titoli.

Una decisione che andrebbe a rendere ancora più complessa la già difficile situazione della copertura delle cattedre è dovuta al sempre più probabile record di cattedre vacanti cui andremo inevitabilmente incontro se la Camera non dovesse approvare gli emendamenti all’articolo 59 del decreto Sostegni-bis a partire dal 59.76 che permetterebbe l’assunzione di tanti precari storici proprio da Gps.

“Quando sono state aggiornate le graduatorie per le supplenze – dice ancora Pacifico – si è deciso di maniera irragionevole di valutare in maniera differente, rispetto alle GaE e rispetto alle Graduatorie d’Istituto, il punteggio attribuito per esempio ai Master. Ancora una volta Anief dimostra di avere ragione nelle aule dei Tribunali. Questa volta è il Consiglio di Stato ad avere fissato a breve, a novembre, una sentenza di merito sul punteggio con cui si è collocati nelle graduatorie delle supplenze”: il sindacato seguirà molto da vicino l’evolversi della procedura giudiziaria.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur