Graduatorie GPS: reinserita dal Giudice docente depennata perchè già presente in GaE

WhatsApp
Telegram

Il Tribunale di Agrigento con Ordinanza n. 11554/2022 ha accolto il ricorso ex art 700 cpc depositato da una docente cancellata dalle GPS.

Il caso

una docente, nel maggio del 2022 , aggiornava la propria posizione nelle GPS valide per il biennio 2022/2023 e 2023/2024 in due classi di concorso A018 e PPPP, ricevendo dal sistema POLIS la ricevuta di accettazione della istanza presentata.

Il 1/8/2022 la docente scopriva “amaramente” di non essere stata inserita nelle GPS, il suo nominativo risultava inesistente, senza che il Ministero avesse mai emesso un decreto di esclusione.

Il fatto di non essere presente in nessuna delle GPS hA impedito alla ricorrente di presentare , sempre attraverso la piattaforma POLIS nella finnestra temporale dal 3 al 16 agosto, le proprie istanze finalizzate alla partecipazione alla procedura di assegnazione delle supplenze.
Sostanzialmente veniva a conoscenza per averlo appreso dalla viva voce degli addetti , che il Ministero la aveva cancellata dalla CDC A018 perchè già iscritta in GAE in altra provincia sulla CDC PPPP.

Il 9/8/2022 , con l’assistenza dell’Avv. Francesca Picone del foro di Agrigento, ricorreva la docente in via d’urgenza al Giudice del Lavoro rappresentando che non poteva essere esclusa senza un provvedimento scritto e perchè lo stesso Ministero aveva contraddetto la propria Ordinanza Ministeriale n. 112/2022 che all’art. 3 da la possibilità ai soggetti inseriti a pieno titolo nelle GAE possono presentare domanda di inserimento sia nella prima fascia delle graduatorie di istituto sia nelle GPS di prima e seconda fascia – e correlate graduatorie di istituto di seconda e terza fascia – cui abbiano titolo in una sola provincia, anche diversa dalla provincia di inserimento in GAE, con esclusione delle graduatorie per le quali sono inseriti nelle GAE.

Nelle more il Ministero, venuto a conoscenza del contenzioso, emanava il provvedimento formale di esclusione, ma tale espediente non ha certo influito sulla sentenza del Giudice del Lavoro che ha ritenuto come : “ Nel caso di specie, parte ricorrente, pur essendo inserita in GAE nella provincia di Cremona per la cl. PPPP – Personale educativo, ha presentato domanda in provincia di Agrigento per l’iscrizione nelle GPS e nelle correlate Graduatorie d’Istituto (finalizzate alle supplenze temporanee conferite dai singoli Dirigenti scolastici) sia per la citata cl. PPPP che per la cl. A018 – Filosofia e scienze umane.
L’operato della ricorrente appare rispettoso di quanto normativamente prescritto, avendo presentato domanda in una sola provincia, ovverosia quella agrigentina, che, come previsto dal comma 7 dell’art. 3, può essere differente rispetto a quella di inserimento in GAE, ovverosia quella di Cremona
Quanto al periculum in mora, il Tribunale ritiene che esso sussista poiché dal mancato aggiornamento delle graduatorie la ricorrente potrebbe subire un irreparabile pregiudizio, consistente nel concreto rischio di veder sfumata ogni chance di partecipazione alla procedura di assegnazione delle supplenze annuali e/o fino al termine delle attività didattiche e/o a breve termine, subendo così un pregiudizio alla professionalità non risarcibile per equivalente, essendogli pregiudicata la possibilità di svolgere la propria attività lavorativa.
Alla luce delle considerazioni precedenti, la domanda cautelare di inserimento nelle Graduatorie Provinciali e di Istituto (GPS) della provincia di Agrigento valide per il biennio 2022/2023 e 2023/2024 nella classe di concorso A018 fascia seconda merita di essere accolta, con condanna delle Amministrazioni scolastiche resistenti al suo inserimento in essa.

Quindi condannava l’amministrazione anche alle spese di giudizio.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana