Graduatorie GPS, ordinanza in ritardo. Dopo rilievi del Consiglio di Stato si potrebbero ripensare i criteri per le supplenze?

WhatsApp
Telegram

Graduatorie GPS provinciali e di istituto per le supplenze degli anni scolastici 2022/23 e 2023/24: siamo in attesa dell’Ordinanza ministeriale predisposta dal Ministero e su cui si è già espresso il CSPI, intesa come proroga dell’OM 60/2020 in seguito all’intervento del Decreto Milleproroghe 2022. Nel frattempo però i rilievi diffusi dal consiglio di Stato sul nuovo REGOLAMENTO delle supplenze, che entrerebbe in vigore dal 2025, pone dei forti dubbi.

GPS avrebbero dovuto essere aggiornato con nuovo REGOLAMENTO

E tuttavia, rischiando di non fare in tempo il Decreto Milleproroghe ha trovato la soluzione nella proroga dell’OM n. 60/2020.

La nuova BOZZA dell’ordinanza

La BOZZA che ne è scaturita, è a metà tra la vera e propria proroga dell’OM 60/2020 e a metà frutto del nuovo Regolamento, ancora non in vigore

Il nuovo REGOLAMENTO

Nel frattempo il Ministero ha avviato anche l’iter per il nuovo Regolamento che, stante la  validità di quanto affermato dal Milleproroghe, dovrebbe entrare in vigore dal 2025.

Su questo nuovo Regolamento si è già pronunciato il CSPI e adesso anche il Consiglio di Stato che però ha sospeso il parere nelle more delle riformulazioni del testo e dei chiarimenti richiesti all’Amministrazione.

Criteri supplenze

In particolare il Ministero ha inserito nell’OM la parte del regolamento relativa alle nomine informatizzate.

La scelta viene messa in dubbio perchè così si cristallizza una procedura che invece dovrebbe recepire anche le innovazioni tecnologiche che avvengono nel tempo.

I sindacati sono disponibili alla riapertura del confronto su questo tema, in modo da rendere l’Ordinanza quanto più rispondente ai vari pareri espressi.

Ogni giorno in più è utile per l’acquisizione di titoli e servizio

L’ordinanza di riapertura delle GPS, data come anticipataria addirittura al 19 aprile è slittata poi al 26 aprile e quindi al 2 maggio.

In ogni caso qualche giorno in più non pregiudica le operazioni ed è comunque utile per l’acquisizione dei titoli. Tanti infatti gli aspiranti che devono concludere il percorso per l’acquisizione dei 24 CFU o degli esami /CFU previsti per l’accesso alla classe di concorso.

Inoltre questo può evitare la procedura che consentirà di non perdere il punteggio dell’anno scolastico 2021/22.

Attendiamo eventuali novità nel corso della settimana.

Supplenze da GPS: “Procedure informatiche per l’assegnazione dei posti andrebbero escluse”. Il Consiglio di Stato si esprime sul regolamento

Supplenze da Gps, Uil Scuola: “Il Consiglio di Stato boccia il Ministero. In 700 mila in bilico”

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove