Graduatorie GPS: il servizio svolto alla primaria con laurea per la secondaria non dà punteggio, neanche aspecifico

WhatsApp
Telegram

Graduatorie GPS: ritorniamo sul discorso punteggio, per puntualizzare un aspetto delle tabelle di valutazione a volte poco chiaro. In questi ultimi anni purtroppo si è intensificata la nomina alla primaria di docenti con titolo per accedere alla scuola secondaria. Questo per l’impossibilità di reperire aspiranti in possesso del titolo, nonostante l’inserimento già dal 2014 dei diplomati magistrale entro l’anno scolastico 2001/02 e dal 2020 dei laureandi in Scienze della formazione primaria.

Quest’anno la situazione potrebbe migliorare grazie alla possibilità di pubblicare un AVVISO nazionale rivolto anche ai docenti inseriti in graduatoria prima di conferire la supplenza ad un docente privo di titolo.

E tuttavia, senza nulla togliere alla professionalità del singolo, potremmo ancora trovarci in questa situazione.

Supplenze alla primaria senza titolo non danno punteggio per GPS secondaria

Docenti chiamati ad insegnare nella scuola primaria, spesso su posto di sostegno, senza titolo né per il sostegno né per il posto comune. La supplenza svolta non dà punteggio per le classi di concorso della scuola secondaria.

Un chiarimento era già stato dato dal Ministero con la nota del 22 luglio 2020

“il servizio prestato nel corso degli anni senza titolo di studio di accesso è valido ai fini della valutazione del servizio se e solo se il suddetto titolo di accesso è in possesso dell’aspirante al momento di presentazione della domanda;

3) come eccezione rispetto al punto 2, per quanto concerne la GPS di seconda fascia di infanzia e primaria, ai sensi della tabella A/2 e al fine di graduare gli aspiranti, il servizio prestato su posto comune o di sostegno (senza ovviamente il prescritto titolo di abilitazione) dagli studenti in Scienze della formazione primaria è valutabile per la relativa graduatoria, come specifico e aspecifico a seconda del grado, esclusivamente per le relative graduatorie di infanzia e primaria”

Quindi se all’aggiornamento il docente avrà conseguito il titolo di accesso alla primaria potrà far valere quel servizio alla primaria, altrimenti no.

Lo specifica anche la FAQ  n. 53 emanata in occasione dell’aggiornamento delle GPS 2022/24

” La nota DPIT n. 1290 del 22/07/2020 prevede che nelle GPS di II fascia della scuola primaria e dell’infanzia, il servizio prestato su posto comune o di sostegno (senza ovviamente il prescritto titolo di abilitazione) dagli studenti in Scienze della formazione primaria è valutabile per la relativa graduatoria, come specifico e aspecifico a seconda del grado, esclusivamente per le relative graduatorie di infanzia e primaria. Posso far valere tale servizio, come aspecifico, anche nelle GPS della scuola secondaria?

No, a meno che sia stato conseguito il titolo di accesso entro la data di scadenza della domanda di rinnovo per il biennio 2022/2024 (vedasi FAQ n. 45).”

Il concetto di servizio aspecifico

Non è corretto, nel caso di servizio prestato alla primaria da MAD, parlare di servizio aspecifico – e quindi punteggio dimezzato – per la secondaria. Chi propende per questa interpretazione (negata dagli interventi dal Ministero) parte da un presupposto sbagliato, in quanto la mancata valutazione del servizio dipende dal fatto che è un servizio svolto senza titolo e quindi non utilizzabile (se non nei casi indicati) in  graduatoria.

Risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri