Graduatorie GPS: docente iscritto dal 2020 deve inserire “24 CFU” o “precedente inserimento” nell’aggiornamento?

WhatsApp
Telegram

Graduatorie GPS: rinnovo per gli anni scolastici 2022/23 e 2023/24. La domanda va presentata entro il 31 maggio tramite Istanze online. Orizzonte Scuola ha accompagnato gli utenti con guide, approfondimenti, question time in cui i sindacalisti hanno risposto in diretta ai quesiti. Ultimi giorni, ultimi dubbi.

Docenti già iscritti nelle GPS che aggiornano le graduatorie

Una delle “controversie” che ha tenuto banco in questi giorni riguarda gli aspiranti già inseriti nelle GPS dal 2020 e adesso alle prese con  l’aggiornamento per i prossimi due anni.

Abbiamo già spiegato che l’aspirante che non deve cambiare nulla (non deve cambiare provincia, non deve inserire nuovi titoli e/o servizi, non deve modificare le scuole scelte) potrebbe anche non presentare domanda.

In questo caso il punteggio rimarrà quello del 2020. La posizione dipenderà invece dal numero di iscritti nel 2022.

Domanda che diventa invece necessaria qualora si debbano inserire le Preferenze (ad es. i figli a carico), perché altrimenti non saranno riconfermate. Alcune preferenze infatti sono a scadenza ed è necessario aggiornarle.  Le preferenze non danno punteggio, ma vengono utilizzate a parità di punteggio.

Così dice infatti l’OM n. 112 del 6 maggio 2022Agli aspiranti già inclusi nelle graduatorie provinciali costituite per il biennio 2020/2021-
2021/2022, che non presentino domanda di aggiornamento/inserimento/trasferimento, è assegnato il punteggio con cui figuravano nelle relative graduatorie del precedente periodo, sulla base dei titoli a suo tempo presentati e delle eventuali rettifiche intervenute a seguito delle verifiche effettuate dalle istituzioni scolastiche competenti. Le situazioni soggette a scadenza, quali il diritto di usufruire della preferenza a parità di punteggio, devono essere riconfermate, anche nel caso di sola permanenza. Pertanto, il personale interessato nel compilare la domanda deve barrare le apposite caselle della relativa sezione. In mancanza, i titoli di preferenza non vengono riconfermati nelle GPS.

Aggiornamento: flaggare 24 CFU o precedente inserimento?

Gli aspiranti alle prese con la domanda di aggiornamento si sono trovati di fronte a questa scelta, senza trovare nell’OM o nelle FAQ una spiegazione.

In realtà, come ci ha spiegato la sindacalista dell’Anief Chiara Cozzetto indicare l’uno o l’altro poco cambia rispetto all’obiettivo perché non si dichiara il falso e in ogni caso, anche se si indica “precedente inserimento” il possesso dei 24 CFU,  se non è stato ancora effettuato il controllo, dovrà essere svolto.

Dei 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche infatti in questa fase si indica solo il possesso, perché la domanda è una autocertificazione. Attenzione alle dichiarazioni mendaci

Su questo vi è una specifica FAQ. la n. 27  del Ministero

So che per accedere alle graduatorie provinciali in qualità di non abilitato sono necessari i 24 CFU, ma nella sezione dei requisiti di accesso non trovo come dichiararli.

Per dichiarare il possesso dei 24 CFU occorre selezionare la voce “possesso dei titoli di cui all’articolo 5, commi 1 o 2, lettera b), del D.lgs 59/17″

I controlli saranno effettuati dalla segreteria scolastica della prima scuola in cui si avrà la supplenza.

Aggiornamento GPS graduatorie provinciali e di istituto, scadenza 31 maggio: video guida, FaQ e question time

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur