Graduatorie GPS, docente che non ha aggiornato nel 2022 potrà inserirsi negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia 2023?

WhatsApp
Telegram

Elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS: continua l’analisi di Orizzonte Scuola, anche grazie ai vostri quesiti inviati a [email protected], sulla costituzione delle GPS per il 2023/24. Seppure l’aggiornamento è previsto nel 2024, nell’anno scolastico 2023/24 ci saranno delle modifiche che potranno influire sull’attribuzione delle supplenze.

Perchè gli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS

Disciplinati dall’art. 10 dell’OM n. 112 del 6 maggio 2022 permettono agli aspiranti che hanno conseguito l’abilitazione e/o la specializzazione sostegno di acquisire per il 2023/24 la priorità nell’attribuzione delle supplenze rispetto ai colleghi che non hanno formazione specifica.

Nel 2023/24 gli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS potrebbero essere abbastanza consistenti perchè tanti aspiranti hanno superato il concorso ordinario  – e quindi conseguito l’abilitazione – dopo il 31 maggio 2022 o dopo il 20 luglio 2022, data ultima rispetto alla quale il Ministero aveva permesso l’iscrizione con riserva in prima fascia.

Naturalmente auguriamo ai tanti aspiranti che la domanda di inserimento nell’elenco aggiuntivo alla prima fascia GPS possa essere solo una formalità da espletare ma che già dal 2023/24 si possa aspirare al ruolo da concorso.

Elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS: le risposte ai quesiti

Ci siamo occupati nello specifico di alcuni quesiti posti dai nostri lettori.

Elenchi aggiuntivi alle GPS 2023/24: quale provincia si può scegliere, punteggio, priorità supplenze [CONSULENZA ai quesiti dei lettori]

Docente abilitato, inserito nel 2020 non ha presentato domanda di aggiornamento 2022: potrà inserirsi negli elenchi aggiuntivi 2023?

Non ne ha bisogno. Il docente in questione compare infatti già in prima fascia nelle graduatorie 2022/24.  L’OM n. 112 del 6 maggio 2022, ha infatti previsto all’art. 3 comma 4

Agli aspiranti già inclusi nelle graduatorie provinciali costituite per il biennio 2020/2021- 2021/2022, che non presentino domanda di aggiornamento/inserimento/trasferimento, è assegnato il punteggio con cui figuravano nelle relative graduatorie del precedente periodo, sulla base dei titoli a suo tempo presentati e delle eventuali rettifiche intervenute a seguito delle verifiche effettuate dalle istituzioni scolastiche competenti. Le situazioni soggette a scadenza, quali il diritto di usufruire della preferenza a parità di punteggio, devono essere riconfermate, anche nel caso di sola permanenza. Pertanto, il personale interessato nel compilare la domanda deve barrare le apposite caselle della relativa sezione. In mancanza, i titoli di preferenza non vengono riconfermati nelle GPS
Quindi il docente è già inserito in prima fascia, con il punteggio del 2020 e senza le eventuali preferenze di cui avrebbe potuto beneficiare se avesse presentato la domanda ma in ogni caso si trova in una posizione superiore rispetto ai colleghi dell’elenco aggiuntivo.
Docente abilitato inserito nel 2021 negli elenchi aggiuntivi non ha presentato domanda di aggiornamento 2022: potrà inserirsi negli elenchi aggiuntivi 2023?
In questo caso la risposta è affermativa. Il docente inserito nel 2021 infatti avrebbe dovuto espressamente richiedere il passaggio in prima fascia in occasione dell’aggiornamento 2022. Se non lo ha fatto non risulta inserito nelle GPS, poiché l’elenco aggiuntivo non esiste nel 2022/23.
In questo caso infatti l’OM era più stringente. La disposizione dice infatti “Poiché gli elenchi aggiuntivi costituiti con decreto ministeriale n. 51 del 3 marzo 2021 cessano di avere efficacia all’atto della ricostituzione delle GPS, i soggetti ivi iscritti dovranno presentare domanda di nuovo inserimento in prima fascia.
Dunque l’aspirante deve trovare un rimedio: può inserirsi negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia per il 2023/24 e poi con l’aggiornamento del 2024 passare a pieno titolo in prima fascia.
Trattandosi di un nuovo inserimento il collega potrà scegliere per l’inserimento del 2023/24 una provincia diversa rispetto a quella del 2021 ed eventualmente diversa anche da quella che andrà a scegliere nel 2024 (secondo l’attuale normativa).

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur