Graduatorie GPS: chi conseguirà il Tfa all’estero entro il 30 giugno non potrà sciogliere la riserva dell’elenco aggiuntivo. Ecco perché

WhatsApp
Telegram

Graduatorie GPS anno scolastico 2023/24: alla prima fascia si aggiungerà un elenco aggiuntivo per il quale le domande sono state presentate entro lo scorso 27 aprile su Istanze online. La domanda era possibile per il conseguimento dell’abilitazione o della specializzazione sostegno entro la data di scadenza per la presentazione della domanda oppure con riserva per titolo da conseguire entro il 30 giugno 2023.

All’interno di questo quadro una situazione particolare è quella che interessa i docenti che hanno conseguito il titolo o stanno per conseguirlo, all’estero.

In questo caso infatti, come già l’OM n. 112 del 6 maggio 2022 con il 31 maggio 2022, per i docenti della prima fascia GPS indicava come prescrittiva la data del 27 aprile non solo per il conseguimento del titolo all’estero ma anche per la domanda di riconoscimento.

Erano dunque possibili due casi

Titolo estero già riconosciuto dal Ministero entro il 27 aprile: l’aspirante ha indicato nella domanda gli estremi delprovvedimento di riconoscimento del titolo medesimo;

Titolo estero in attesa del riconoscimento dal Ministero: nella domanda è stato dichiarato di aver presentato la relativa domanda all’Ufficio competente entro il termine per la presentazione dell’istanza di inserimento per poter essere iscritti con riserva di riconoscimento del titolo.

Pertanto non esisteva il caso del docente in procinto di conseguire il titolo all’estero entro il 30 giugno e che deve ancora presentare la domanda di riconoscimento.

Di conseguenza in questo caso non c’è nessuna riserva da sciogliere, perché l’inserimento non è coretto alla base.

Per gli aspiranti che invece hanno compilato correttamente la domanda e saranno inseriti con riserva in attesa del riconoscimento il Ministero propone la possibilità di avere supplenze

Le supplenze per i docenti in attesa del riconoscimento estero

Il DL 44/2023 interviene in questa situazione proponendo quattro soluzioni

  1. inserimento in un apposito elenco, aggiuntivo alla prima fascia delle GPS
  2.  possibilità di sottoscrivere i contratti a tempo determinato, con clausola risolutiva espressa, per il conferimento delle supplenze in subordine ai docenti inclusi a pieno titolo nella prima fascia o negli elenchi aggiuntivi delle graduatorie GPS. Se il titolo conseguito all’estero è riconosciuto nel corso di vigenza del contratto  il medesimo prosegue sino al termine della sua durata. Se nel corso della vigenza del contratto interviene il mancato riconoscimento del titolo, il contratto è immediatamente risolto.
  3. rinvio delle assunzioni a tempo determinato finalizzate al ruolo al momento di riconoscimento del titolo, se spettante in base all’originaria posizione in GPS

Per accelerare le procedure di riconoscimento del titolo il Ministero si avvarrà  del Centro di informazione sulla mobilità e le equivalenze accademiche per le attività connesse al riconoscimento dei titoli di abilitazione all’insegnamento ovvero di specializzazione sul sostegno conseguiti all’estero.

Ne abbiamo parlato con la sindacalista Chiara Cozzetto (Anief)

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri