Graduatorie GPS 2024: non ho inviato la domanda, cosa fare? Potrò ancora svolgere supplenze?

WhatsApp
Telegram

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze: per gli anni scolastici 2024/25 e 2025/26 le domande di inserimento, aggiornamento, trasferimento provincia sono state presentate entro il 24 giugno. E chi non ha fatto in tempo? Potrà ricever supplenze? Quali domande potrà /dovrà presentare?

Non ho inviato la domanda per le GPS: cosa fare?

Questa una delle situazioni (ci auguriamo siano poche) che si presentano questa mattina, essendo scaduto alle 23:59 del 24 giugno il termine ultimo per l’invio della domanda, come disciplinato dall’OM n. 114 dell’11 giugno 2024 di proroga dell’OM n. 88 del 16 maggio 2024.

Sono una supplente di scuola primaria di seconda fascia, purtroppo dopo alcune modifiche non ho fatto in tempo a inoltrare la domanda per le GPS e adesso sono fuori dai tempi, Quali conseguenze ci potranno essere soprattutto per le supplenze d’istituto nel biennio 2024 2026? Le sedi scolastiche rimarranno invariate come il punteggio già attribuito nelle GPS del precedente biennio? Potrò inviare le Mad alle scuole scelte per il biennio 2024 2026?”

La possibilità che il docente già inserito in GPS non inviasse la domanda era contemplata nell’OM n. 88/2024

art. 3 comma 4

Agli aspiranti già inclusi nelle graduatorie provinciali costituite per il biennio 2022/2023- 2023/2024, che non presentino domanda di aggiornamento/inserimento/trasferimento, è assegnato il punteggio con cui figuravano nelle relative graduatorie del precedente periodo, sulla base dei titoli a suo tempo presentati e delle eventuali rettifiche intervenute a seguito delle verifiche effettuate dalle istituzioni scolastiche competenti. Le situazioni soggette a scadenza devono essere riconfermate, anche nel caso di sola permanenza. In particolare, devono essere nuovamente dichiarati i titoli di preferenza posseduti, ai sensi del novellato articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487. Pertanto, il personale interessato nel compilare la domanda deve barrare le apposite caselle della relativa sezione. In mancanza, i titoli di preferenza non vengono riconfermati nelle GPS.” 

ATTENZIONE: per “aspirante già incluso” nelle GPS si intende l’aspirante che ha presentato domanda nel 2022 oppure nel 2020 e poi non l’ha aggiornata. Non sono più presenti in graduatoria aspiranti iscritti nelle ex graduatorie di istituto del 2017 che non abbiano in questi anni prodotto nuova domanda per le GPS, data la modifica della normativa.

Eventuali titoli e servizi del biennio 2022/24 non potranno essere tenuti in considerazione. La provincia di inserimento, inevitabilmente, rimarrà quella del 2022 ma supponiamo che eventuali dimenticanze nell’aggiornamento non riguardino aspiranti interessati al cambio provincia.

I titoli di preferenza però, se in possesso, andranno persi. Quali sono i titoli di preferenza

Le scuole delle graduatorie di istituto: rimangono, in teoria, quelle scelte nel 2022. Se ci sono state modifiche alle istituzioni scolastiche e alcuni istituti non esistono più o sono stati accorpati diversamente, naturalmente non saranno aggiornati nella domanda dell’aspirante che ha implicitamente confermato le scelte del 2022.

Supplenze sì anche per chi non ha inviato la domanda GPS nel 2024

Pertanto l’aspirante che non ha inviato la domanda di aggiornamento GPS del 2024 può partecipare alle supplenze. Comparirà nelle GPS 2024/26 e nelle graduatorie di istituto delle scuole scelte, con le eventuali limitazioni di cui abbiamo parlato.

Potrà, nei tempi che saranno indicati dal Ministero presentare la domanda per la scelta delle max 150 preferenze e quindi eventualmente ricevere incarico di supplenza al 31 agosto o 30 giugno 2025, nonché da graduatorie di istituto con le limitazioni di cui sopra.

Le MAD non ci sono più

La docente che ha inviato il quesito ci chiede se si renda necessario inviare una MAD, cioè una domanda di messa a disposizione nelle scuole scelte nel 2024/26 (scelte solo in via teorica). La risposta è negativa perché l’OM  n. 88/0224 non contempla le MAD ma indica una diversa procedura per l’attribuzione delle supplenze in caso di graduatorie esaurite.

Posto che la collega partecipa comunque alle supplenze se le scuole del 2022/24 sono ancora attive, qualora le graduatorie siano esaurite il Dirigente Scolastico deve far ricorso alle graduatorie delle scuole viciniori e, nel caso, all’INTERPELLO ossia diramare una richiesta in tutte le province d’Italia, attraverso gli Uffici Scolastici.

La docente in questione, se non dovesse essere reclutata attraverso le graduatorie di istituto, potrà partecipare all’eventuale interpello.

Aspirante non inserito in GPS che non ha inviato la domanda

Situazione diversa invece per l’aspirante mai inserito in GPS o ad es. depennato nel biennio 2022/24 o che non ha presentato domanda per il passaggio da elenco aggiuntivo a prima fascia. In questo caso l’aspirante non comparirà nelle GPS per il biennio 2024/26 e non potrà presentare la domanda per le max 15 preferenze, nè essere contattato da graduatorie di istituto.

In questo caso la partecipazione alle supplenze si limiterà alla partecipazione agli eventuali interpelli che dovessero rendersi disponibili per la sua classe di concorso.

GPS 2024: controllo punteggio, quando pubblicazione graduatorie, domanda per le max 150 preferenze e assegnazione supplenze. Ecco tutti i passaggi

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri