Graduatorie GaE per il biennio 2024/26. A breve la domanda. Nuovi allegati per conteggio genere e percentuale riservisti. Chi può reinserirsi

WhatsApp
Telegram

Aggiornamento Graduatorie ad esaurimento (GaE): sono graduatorie che comprendono docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento e ivi inseriti prima che queste diventassero ” ad esaurimento” nel 2006 cioè chiuse a nuovi inserimenti (o comunque inseriti solo in virtù delle riaperture speciali). Le graduatorie ad esaurimento sono provinciali, nella fase di aggiornamento si può cambiare provincia.

Utilizzo GaE

Le graduatorie ad esaurimento, chiamate così perché destinate a cessare la propria esistenza e in diverse province non sono più presenti (soprattutto per la scuola secondaria), sono utilizzate per:

  • immissioni in ruolo (alle GaE è destinato il 50% dei posti annualmente autorizzati per le assunzioni);
  • supplenze annuali (al 31/08);
  • supplenze sino al termine delle attività didattiche (al 30/06).

Per essere presenti nelle GaE bisognerà presentare domanda durante la finestra temporale che a breve sarà indicata dal Ministero. Per partecipare alle assunzioni a tempo indeterminato o alle supplenze bisognerà presentare altre domande, la cui tempistica non è stata ancora resa disponibile.

Si può cambiare provincia

Chi è già inserito (o chi si reinserisce) può cambiare provincia. Come già nel precedente aggiornamento il Ministero pubblicherà il report con il numero di iscritti per provincia.

Aggiornamento GaE: per due o tre anni?

L’ultimo aggiornamento delle GaE, disciplinato dal DM n. 60/2022,  è avvenuto nel corso dell’anno scolastico 2021/22 per gli aa.ss. 2022/23, 2023/24 e 2024/25.

Sul suddetto periodo di vigenza, discendente dalla disposizione di cui al DL n. 97/2004 (convertito in legge n. 143/2004), è intervenuto poi il DL n. 4/2022 (convertito in legge n. 25/2022), il cui articolo 19, comma 3- ter ha previsto che, per gli anni scolastici 2022/23 e 2023/24, l’aggiornamento delle graduatorie in esame fosse biennale, quindi per il medesimo periodo 2022/24 coincidente con l’aggiornamento GPS.

Conseguentemente a quanto sopra richiamato, nel corso del corrente anno scolastico, le graduatorie ad esaurimento (laddove ancora esistenti) si aggiorneranno per il successivo periodo di vigenza, che in prima istanza tornerà ad essere triennale (triennio 2024/27), ai sensi del n. 97/2004, convertito in legge n. 143/2004, che era stato derogato dal summenzionato DL n. 4/2022, convertito in legge n. 25/2022.

Il Ministero però vuole allineare la vigenza di Gae e GPS per cui è stato inserito nel Milleproroghe 2024 un emendamento che riporta la validità dei nuovi elenchi al biennio 2024/25 e 2025/26.

Un sistema complesso dal punto di vista normativo, ma l’importante è allineare GaE e GPS, per scelta della provincia e soprattutto per le graduatorie di istituto.

Operazioni possibili

Premessa: non sono possibili nuovi inserimenti.

Le operazioni possibili, per gli aspiranti già inseriti nella I, II e III fascia nonché nella fascia aggiuntiva, sono le seguenti:

  • aggiornamento del punteggio con cui sono inseriti in graduatoria;
  • permanenza in graduatoria (quindi senza aggiornare il punteggio) a pieno titolo o con riserva ovvero lo scioglimento della stessa;
  • trasferimento da una provincia ad un’altra. Si mantiene il punteggio, eventualmente aggiornato.

A tali operazioni si aggiungono quelle di seguito indicate e riguardanti:

  • gli aspiranti cancellati nei bienni/trienni precedenti, per non aver presentato domanda, i quali possono presentare istanza di reinserimento in graduatoria con il recupero del punteggio maturato all’atto della cancellazione;
  • gli aspiranti in possesso del titolo di specializzazione (alla data di scadenza della presentazione delle domande), i quali  possono chiedere i corrispondenti posti di sostegno, per tutti i gradi di istruzione per i quali siano inseriti nelle GaE e per i quali sia stato conseguito il titolo di specializzazione.

Contemplata la possibilità di inserimento con riserva negli elenchi di sostegno dei docenti che conseguiranno il titolo di specializzazione entro il mese di giugno 2024 e dei docenti che avranno in corso di riconoscimento, alla data di scadenza delle istanze di aggiornamento delle GaE, il titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero. Al fine di dare informazioni più precise al riguardo, comunque, attendiamo il prossimo DM.

Prima fascia delle graduatorie di istituto

Ricordiamo, infine, che, contestualmente a quelle relative all’aggiornamento delle GaE, saranno fornite disposizioni per l’aggiornamento della prima fascia delle graduatorie di istituto, ove sono collocati gli aspiranti inclusi in GaE.

Tempistica

La domanda per le graduatorie ad esaurimento dovrebbe essere disponibile a breve, già nel mese di marzo. I sindacati  infatti hanno già ricevuto l’informativa sul testo, che sarà adesso trasmesso al CSPI per il prescritto parere e poi potrà essere pubblicato.

Nuovi allegati per conteggio genere e percentuali categorie riservate

Il decreto sarà accompagnato da un allegato con conteggio del personale per genere e regione e un allegato con la percentuale spettante alle categorie riservate che usufruiscono della precedenza nelle assunzioni.

Deve infatti essere garantita pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro, come previsto dal decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, e dall’articolo 35, comma 3, lettera c), del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.  A parità di punteggio, ci sarà la preferenza di genere come indicato dalle tabelle.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00