Graduatorie docenti arte, musica e coreutici: un emendamento le trasforma in graduatorie ad esaurimento

di redazione
ipsef

A decorrere dall’anno accademico 2017-2018, le graduatorie nazionali di docenti di formazione artistica, musicale e coreutica, per l’attribuzione degli incarichi di insegnamento a tempo determinato, previste dal decreto 104 del 2013, “sono trasformate in graduatorie nazionali ad esaurimento, utili per l’attribuzione degli incarichi di insegnamento con contratto a tempo indeterminato e determinato”.

È questa, in sintesi, la richiesta contenuta in un emendamento Pd, a prima firma Colomba Mongiello, approvato in commissione Cultura alla legge di Bilancio insieme al parere, e che verrà trasmesso in V commissione.

Lo stesso emendamento, che aggiunge un articolo alla manovra, prevede che “a decorrere dall’anno accademico 2017-2018, l’assunzione di personale a tempo indeterminato delle istituzioni statali dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica è pari al 100%o delle cessazioni dell’anno precedente, cui si aggiunge il 50″ dei posti vacanti della dotazione organica”.

Quindi, fino all’esaurimento delle graduatorie nazionali che l’emendamento vuole istituire “non si procede a conversioni di cattedre esistenti o variazioni di organico che siano in grado, ad ogni modo, di incidere sul totale delle cattedre destinate all’attribuzione degli incarichi di insegnamento con contratto a tempo indeterminato e determinato”.

Versione stampabile
anief
soloformazione