Graduatorie d’istituto, basta con le nomine fino ad avente diritto. Lettera

di redazione
ipsef

Spettabile redazione Orizzonte Scuola,
Segnalo un problema importante che sarebbe quanto mai opportuno chiarire negli incontri tra sindacati e Miur per la formulazione delle graduatorie di istituto:

1) Art. 59 CCNL scuola 2006/2009 Aspettativa per altro incarico nel comparto scuola
Visto il perdurante e “increscioso” problema delle graduatorie docenti e ata che vengono formulate “in teoria nel periodo estivo” ma che finiscono per essere definitive tra novembre e dicembre cioè molto dopo l’inizio dell’anno scolastico chiedo cortesemente che possa trovare soluzione il fenomeno delle “NOMINE FINO AD AVENTE DIRITTO” legge 449/97, che non consente ad un Ata di accettare una nomina in qualità di docente (se non con incarico fino al 30.6 o 31.8.)

Propongo infatti il mio caso: sono un Dsga, laureato in lettere, che ha accettato una nomina a docente fino al 30.6.2017. Non potrò accettare una eventuale nomina già a settembre perchè, come ogni anno anche quest’anno si arriverà alla formulazione di graduatorie ad anno scolastico “molto inoltrato”….per cui una eventuale nomina fino al 30.6.2018 o fino al 31.8.2018 mi potrà essere proposta solo a dicembre (cioè con graduatoria definitiva docenti)….come già successo anche quest’anno….Chiedo che questo problema venga risolto equiparando le nomine ata in qualità di docente a quelle di ata verso ata. L’art. 59 consente agli ata, seppur con circolari non sempre chiarissime di accettare fin da subito una nomina fino ad avente diritto. ( Esempio Collaboratore scolastico che accetta nomina di Assistente Amministrativo)
E’ opportuno che negli incontri sindacati/miur trovi soluzione positiva questo problema già con l’Ordinanza Ministeriale triennale di rinnovo delle graduatorie docenti di 3^fascia.
La cosa richiede un intervento sindacale, tenendo conto che per gli ata e comunque per tutto il personale scolastico una mobilità volontaria verso altri comparti non è mai stata attivata.
Almeno ci sia data la possibilità di nuove esperienze.
Vi ringrazio per l’attenzione alla presente, certo di trovare sensibilità adeguata

Cordiali saluti
Claudio Ingravalle

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare