Graduatorie di istituto terza fascia, Cisl: troppo poco tempo per i 24 CFU. Per gli Itp deroga fino al 2024/25

Stampa

Graduatorie di istituto terza fascia: il sindacato CISL Scuola chiede, attraverso l’Audizione Parlamentare sul Decreto-legge Milleproroghe, di concedere una proroga al requisito laurea + 24 CFU per i nuovi inserimenti, e di considerare la deroga già prevista per gli ITP dall’art. 22 del Decreto L.vo 59/2017. 

La Cisl propone di inserire nel testo del Decreto Milleproroghe una deroga all’acquisizione dei 24 CFU in discipline pedagogiche e metodologie didattiche, requisito ormai indispensabile per i nuovi inserimenti nella III fascia delle graduatorie di istituto.

A stabilirlo è stato la legge 159/2019 (Decreto Scuola), entrata in vigore il 29 dicembre 2019.

Considerato che lo stesso Decreto ha disposto la trasformazione delle graduatorie di istituto in provinciali per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto e 30 giugno, e che è intenzione del Ministero emanare con celerità il relativo Decreto, i tempi per l’acquisizione dei 24 CFU potrebbero risultare risicati rispetto alla mole di studio prevista.

Pertanto si richiede di rinviare il termine di obbligatorietà per l’acquisizione dei 24 CFU al 2022/23,

Posposizione dei termini di cui all’art.1, comma 107, L. 107/2015

Si propone di posporre il termine (originariamente 2019/2020) a 2022/2023.

Tale modifica è necessaria per consentire ai docenti con il titolo di studio previsto dal DPR 19/2016 e successive modifiche ed integrazioni di potersi inserire in III fascia di Istituto, in forza del titolo di studio.

L’intervento è indispensabile a causa del limitato tempo a disposizione degli interessati per acquisire i CFU (Crediti formativi universitari) richiesti;

Per gli ITP deroga ai 24 CFU

Inoltre – scrive la CISL – al personale ITP (insegnante tecnico pratico)   di nuova iscrizione nella graduatoria di istituto verrebbero richiesti, come requisito ineludibile, i CFU, mentre gli stessi, in forza della deroga contenuta all’art. 22, 2° comma del D.Lgs.59/2017, potrebbero comunque partecipare al concorso ordinario e quindi entrare in ruolo senza i 24 CFU (il
periodo transitorio previsto dal D.Lgs.59/2017 è previsto fino a tutto il 2024/25.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!