Graduatorie di istituto seconda e terza fascia, deve aggiornare anche chi non ha nuovo punteggio da inserire

Stampa

Le graduatorie di istituto si riapriranno e si aggiorneranno per il triennio 2020-2023. L’aggiornamento riguarda tutti i docenti inseriti, anche coloro che non devono presentare nuovi punteggi. 

Il rinnovo delle graduatorie di istituto di II fascia prevederà

  • nuove iscrizioni
  • aggiornamento

L’aggiornamento permetterà ai docenti già inseriti, di comunicare i nuovi punteggi prodotti con servizio di insegnamento e/o titoli, valutati sulla base delle tabelle che saranno annesse al decreto.

Chi vuole, potrà anche eventualmente cambiare provincia di inserimento [particolari disposizioni saranno impartite per i docenti che sono inseriti anche in prima fascia o in seconda con riserva].

L’aggiornamento riguarda anche i docenti che non devono inserire nuovi punteggi rispetto al triennio 2017/20 o modificare la provincia.

L’iscrizione nelle graduatorie di istituto infatti non si rinnova in modo automatico, ma va richiesta dal docente interessato.

Ricordiamo che per la terza fascia, i nuovi inserimenti dovranno avere laurea + 24 CFU in discipline pedagogiche e metodologie didattiche.

Per gli Itp siamo in attesa di chiarimenti

ITP: graduatorie di istituto, concorso ordinario, TFA sostegno: 24 CFU sì o no?

I docenti già inseriti non sono invece obbligati al possesso dei 24 CFU.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia