Graduatorie di istituto, necessario rivedere la scelta delle scuole a causa del dimensionamento

di Lalla
ipsef

Lalla – Come già segnalato alla fine del mese di maggio, portiamo nuovamente all’attenzione delle sigle sindacali il problema della scelta degli istituti nelle graduatorie di istituto. Nel mese di agosto il Ministero dovrà emanare il decreto per la IV fascia, si chiede che anche i docenti già inseriti in graduatoria abbiano la possibilità di rivedere la scelta, ferma restando la provincia di inclusione, per ovviare alla scomparsa di alcuni istituti in seguito al dimensionamento.

Lalla – Come già segnalato alla fine del mese di maggio, portiamo nuovamente all’attenzione delle sigle sindacali il problema della scelta degli istituti nelle graduatorie di istituto. Nel mese di agosto il Ministero dovrà emanare il decreto per la IV fascia, si chiede che anche i docenti già inseriti in graduatoria abbiano la possibilità di rivedere la scelta, ferma restando la provincia di inclusione, per ovviare alla scomparsa di alcuni istituti in seguito al dimensionamento.

Che il Ministero debba occuparsi, in questi giorni, di graduatorie di istituto è certo. Il dm n.53/12 del 14 giugno 2012 afferma infatti "Con successivi provvedimenti, sono dettate disposizioni sulle procedure di assunzione a tempo indeterminato e a tempo determinato, nonché per la scelta della provincia e delle sedi per l’inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto"

Alle disposizioni per la IV fascia dovrebbero aggiungersi quelle relative alle altre fasce, dal momento che gli istituti scelti nell’aggiornamento del 2011 potrebbero non essere più tali, in seguito al procedimento di ridimensionamento, che ha interessato le istituzioni scolastiche per l’a.s. 2012/13.

Questi i numeri forniti dal Ministero per ogni regione

Si rende quindi necessaria un ‘operazione di revisione delle scelte già effettuate da parte dei docenti, al fine di ottimizzarle e avere per ogni anno scolastico le possibilità massime di poter essere contattato per le supplenze. Naturalmente i punteggi rimarranno invariati, così come non sarà possibile modificare la provincia di inclusione fino al prossimo aggiornamento, previsto per il 2014

Versione stampabile
soloformazione