Graduatorie di istituto, modello B entro 8 novembre: scelta o sostituzione scuole. Cosa fare

WhatsApp
Telegram

Graduatorie di istituto, elenchi aggiuntivi alla II fascia: come e secondo quali criteri scegliere le scuole  entro l’8 novembre.

Chi

I docenti che si sono abilitati dopo il termine ultimo di aggiornamento delle graduatorie di istituto 2017/20  (24/06/2017) ed entro il 1° ottobre 2019, hanno avuto la possibilità di chiedere l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla seconda fascia delle graduatorie di istituto, presentando il modello A3 entro il 18 ottobre u.s.

Tali docenti devono adesso procedere alla scelta delle scuole o all’eventuale sostituzione.

Come e quando

La scelta delle sedi, da parte dei succitati docenti, avviene tramite Istanze Online, inoltrando il modello B, e va effettuata entro il prossimo 8 novembre.

Docenti già inseriti nelle graduatorie di istituto

I docenti già inseriti per altri insegnamenti nelle graduatorie di istituto di I, II, e III fascia o negli elenchi aggiuntivi alla II fascia,  possono sostituire, nella stessa provincia di iscrizione, una o più scuole già espresse all’atto della domanda di inserimento, esclusivamente per i nuovi insegnamenti. In particolare, i predetti docenti:

  • possono cambiare le sedi già espresse per i nuovi insegnamenti per i quali si chiede l’inserimento nell’elenco aggiuntivo relativo alla finestra del 1° ottobre 2019;
  • non possono cambiare le sedi nelle quali tali insegnamenti (ossia quelli per i quali si chiede l’inserimento negli elenchi aggiuntivi) risultino già impartiti.

Nella guida pubblicata dal Miur, lo stesso invita i suddetti docenti a considerare che:

– qualora si sostituisca una scuola, si ha il diritto a permanere in tutte le graduatorie di provenienza;

– per una sede sostituita, l’effetto è che l’aspirante perde tutte le graduatorie di partenza, ma viene inserito esclusivamente nella graduatoria richiesta per la finestra temporale operante. Pertanto, ciò potrebbe non essere conveniente in caso di possibilità, per l’aspirante, di insegnare su più classi di concorso nella sede che intende sostituire;

– le sedi di inizio triennio saranno valide sia per i gradi di istruzione degli insegnamenti di inizio triennio sia per gli eventuali insegnamenti di finestra temporale.

Docenti non inseriti nelle graduatorie di istituto

I docenti non inseriti nelle graduatorie di istituto scelgono le scuole della provincia in cui è ubicata l’istituzione scolastica alla quale è stato inoltrato il modello di domanda A3.

I docenti della scuola secondaria possono scegliere sino a un massimo di 20 istituzioni scolastiche.

I docenti della scuola dell’infanzia e primaria possono scegliere 10 scuole, di cui al massimo 2 circoli didattici. E’ possibile scegliere complessivamente 10 scuole senza rispettare i predetti limiti, nei casi in cui, in una determinata provincia, vi sia carenza numerica di una o di altra tipologia di istituzione scolastica e l’USR competente abbia disposto e pubblicato il relativo provvedimento di autorizzazione.

nota MIUR

Decreto

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti