Graduatorie di istituto III fascia ATA: non ci sono ancora i modelli di domanda, i sindacati chiedono rinvio. Cosa accade il 31 agosto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Forniamo un chiarimento a quanti sono interessati alla procedura di iscrizione e rinnovo della III fascia ATA per il triennio 2017/20.

Nei mesi scorsi, in alcuni incontri con i sindacati, il Miur aveva anticipato l’intenzione di pubblicare il decreto e i modelli di domanda per l’aggiornamento della III fascia ATA il 31 agosto. Quindi quella data, o giù di lì, sarebbe stata la data di partenza per la presentazione della domanda.

Tuttavia, nel corso dell’estate, la procedura complessa e i tempi ristretti per le graduatorie di istituto dei docenti hanno costretto le segreterie scolastiche ad un tour de force ancora non esaurito, dato che si è fermi alle provvisorie, poi ci sarà l’esame dei reclami, le definitive e l’assegnazione delle prime supplenze in tempo per l’avvio delle lezioni.

In questo frangente, secondo i sindacati, non ci sarà il tempo per inserire anche le domande del personale ATA. Si stima infatti che la procedura potrà interessare circa un milione di aspiranti. I sindacati chiedono quindi un rinvio della presentazione della domanda; ad oggi il Miur no ha ancora risposto, né convocato gli stessi per l’informativa sul decreto; bisognerà quindi attendere probabilmente i primi giorni della prossima settimana per avere qualche notizia.

Le supplenze lunghe (sono escluse le supplenze temporanee per la copertura delle maternità e delle malattie) si stima potranno essere circa 12.000 per l’a.s. 2017/18.

A questo punto, quali graduatorie saranno utilizzate?

Sicuramente quelle dell’anno scolastico precedente. Rimane da capire se i contratti dovranno essere stipulati fino ad avente diritto con la possibilità di cambio nel corso dell’anno scolastico, quando le nuove graduatorie – anche a maggio – saranno pronte, oppure con contratti a titolo definitivo, estendendo la durata della graduatoria precedente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione