Graduatorie di istituto III fascia, aggiornamento punteggi? Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da  prof.re Matteo Magnasco – Scrivo per segnalare un episodio che potremmo definire “grave” e al quale bisognerebbe porre rimedio in tempi brevissimi, onde evitare un prolungamento dei contratti con clausola risolutoria.

In questi giorni le segreterie scolastiche hanno avuto modo di lavorare sulle graduatorie al fine di aggiornarle in seguito alla cosiddetta finestra semestrale per il passaggio in coda alla seconda fascia o per la richiesta di “priorità assoluta nelle convocazioni di terza fascia”. Fin qui è tutto chiaro e pacifico.

Ieri ho effettuato l’accesso su istanze online e ho potuto visualizzare le graduatorie d’istituto aggiornate per l’anno scolastico in corso.
Con mia sorpresa ho potuto constatare come alcune scuole, tra quelle regolarmente inserite durante l’aggiornamento 2017/2020, ho notato come io – come altri colleghi in altre province – abbia perso una o più posizioni per scuola.

Mi domando come questo possa essere possibile a fronte del fatto che non sono previsti inserimenti o aggiornamento del punteggio in III fascia, ma solo un eventuale passaggio in II, attraverso le cosiddette finestre semestrali. Passaggio questo che, all’interno della III fascia, comporterebbe soltanto un avanzamento di posizione e ma una retrocessione come in questo caso, mio e di altri colleghi in Italia.
Non regge neanche la “precedenza assoluta per le convocazioni in III fascia” perché tale richiesta non prevede lo scavalcamento in graduatoria, ma solo una precedenza in convocazione, pur rimanendo nella posizione destinata.

Cosa è successo? Che qualche segreteria, approfittando dei nodi aperti al SIDI abbia inserito qualcuno (o aggiunto dei titoli) ex novo in terza fascia che, fino al 2020, non prevedere inclusione/aggiornamento? Che il sistema informatico non abbia funzionato correttamente, come sempre!
Sarebbe utile e auspicabile ottenere tempestivamente dei chiarimenti in merito chiedendo a chi di dovere di far effettuare alle segreterie un controllo capillare sulle graduatorie prodotte.
Tale richiesta tempestiva nasce dall’esigenza di evitare contenziosi su chi è avente diritto o meno, in previsione delle imminenti convocazioni da graduatorie definitive ma non ancora prodotte.

Al fine di un regolare inizio anno scolastico – seppur già in ritardo – è bene che le segreterie controllino quanto segnalato dai docenti interessati attraverso l’eventuale accesso agli atti, oppure utilizzare, per l’anno scolastico in corso, le graduatorie GI di III fascia anno scolastico 2017-2018 che – salvo qualche passaggio in seconda fascia – dovrebbero rimanere immutate fino al prossimo aggiornamento del 2020.

Grazie per la collaborazione.

Cordialmente

Versione stampabile
anief
soloformazione