Graduatorie di istituto II fascia: superamento prove di accesso a TFA vale 42 punti, superamento prove concorso zero punti

Stampa

Riceviamo in redazione una lettera che chiede di rivedere la tabella di valutazione dei titoli in relazione al fatto che numerosi candidati che chiederanno quest’anno l’iscrizione, oltre a possedere l’abilitazione, sono reduci dalle prove del concorso a cattedra 2016.

Prove che per molti sono stati deludenti, ma che per altri hanno “fruttato” la collocazione o nella graduatoria dei vincitori o in quella degli idonei. Per molti altri ancora, superamento delle prove ed esclusione anche dalle graduatorie.

“Nella tabella “A” VALUTAZIONI DEI TITOLI Seconda FASCIA DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO …. SI LEGGE: PUNTO A.4

In aggiunta al punteggio di cui al punto A.1):

– a) Per l’abilitazione conseguita, a seguito di specifica selezione, presso le scuole di specializzazione all’insegnamento secondario (S.S.I.S.) e presso le istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (BIFORDOC e COBASLID), a seguito di un corso di durata biennale, nonché per le abilitazioni sulle classi di concorso 31/A e 32/A conseguite attraverso il Diploma di didattica della musica (1), sono attribuiti ulteriori PUNTI 54.
(di cui 24 per la durata biennale del percorso abilitativo e 30 per la selettività dello stesso percorso tenendo conto del superamento di prove di accesso selettive e dell’ammissione a corsi a numero programmato).

b) Per l’abilitazione conseguita attraverso la frequenza dei percorsi, a numero programmato, di Tirocinio Formativo Attivo ai sensi dell’art. 15, comma 1, del DM 249/2010, sono attribuiti ulteriori
(di cui 12 per la durata annuale del percorso abilitativo e 30 per la selettività dello stesso percorso tenendo conto del superamento di prove di accesso selettive e dell’ammissione a corsi a numero programmato) punti 42

Voglio sottolineare l’importanza che viene data al superamento delle prove di accesso ecc…ecc.. con un punteggio aggiuntivo notevole ( punti 30). Chiedo: che valore si vuole dare a chi ha superato tutte le prove concorsuali relative all’ultimo concorso?.

Magari qualcuno è rimasto fuori graduatoria solamente per uno 0,1%.
I candidati saranno premiati con “zero” punti?.

Si vuole continuare a mortificare tanti giovani (neanche tanto GIOVANI! E con più anni di servizio), considerandoli alla pari di chi non ha superrato nessuna prova?.

Mi chiedo del perché si usano “due pesi e due misure”. Sarebbe ora di maggiore GIUSTIZIA. Sarebbe ora di maggiore rispetto nei confronto di tutti. La classe politica e non solo ne guadagnerebbe in dignità e RISPETTO.

Pietro Costabile”

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata