Graduatorie di istituto Fratoianni (LeU): vanno aggiornate, precari hanno speso soldi e fatica per 24 CFU e TFA

Stampa

Comunicato On. Fratoianni (LeU) – “Il Decreto scuola appena approvato prevede misure per la chiusura dell’anno scolastico in corso, dagli esami di stato, all’ammissione alla classe successiva, che condividiamo pienamente e quelle per l’avvio del nuovo anno scolastico su cui nutriamo alcuni forti elementi di criticità.

In particolare modo la questione del “congelamento delle graduatorie” per il prossimo anno scolastico la riteniamo una prospettiva insostenibile per le decine di migliaia di docenti precari che già sono in terza fascia, così come per i tantissimi giovani che hanno investito tempo, studio e denaro per acquisire CFU e TFA (specializzazione sul sostegno).”

Lo afferma Nicola Fratoianni portavoce nazionale di Sinistra Italiana.

“Non si può rispondere – prosegue l’esponente di Leu, della Commissione Cultura di Montecitorio – a coloro che in questi mesi stanno facendo, insieme a tutti i loro colleghi, uno sforzo straordinario senza precedenti per rendere possibile la didattica a distanza in tutte le scuole, che il Ministero non è in grado di aggiornare le graduatorie. Proprio non si può.”

“Dobbiamo con ogni sforzo necessario rendere possibile l’aggiornamento sin dall’avvio del prossimo anno scolastico. Non faremo mancare il nostro contributo e sostegno per studiare le soluzioni necessarie per renderlo possibile.

Lo dobbiamo ai docenti e agli studenti che altrimenti si avvieranno ad affrontare il prossimo anno scolastico – conclude Fratoianni – con tantissime cattedre coperte con le messe a disposizione (Mad) con possibili notevoli ritardi.”

Coronavirus, Decreto scuola approvato: tutti i provvedimenti contenuti nella bozza

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur