Graduatorie di istituto, diplomati magistrale con sentenza negativa: no prima fascia, sì seconda

di Libero Tassella
ipsef

item-thumbnail

Graduatorie di istituto: i docenti diplomati magistrale, dapprima inseriti in GaE, in seguito alla sentenza negativa non hanno diritto ad essere in prima fascia bensì in seconda. 

Si tratta di docenti ricorrenti, in possesso del solo diploma magistrale, ed inclusi con riserva nelle suddette graduatorie ad esaurimento in attesa del giudizio di merito e che sono stati successivamente depennati con decreto dell’Ufficio Scolastico in quanto nel frattempo è sopraggiunta per loro una sentenza di merito.

Questi docenti sarebbero stati inseriti erroneamente, pur non avendone ora alcun titolo, nella prima fascia delle graduatorie di istituto nella provincia di Napoli.

Non conosciamo quanto il fenomeno sia diffuso e se riguardi anche altre province.

La normativa è stata chiarita con l’annuale circolare sulle supplenze:

“Questi docenti avranno la possibilità di presentare la domanda di inserimento nella II fascia di istituto del triennio 2017/20, in virtù del titolo di abilitazione.

I docenti interessati dovranno presentare il modello A1 ed il modello B di scelta delle sedi in modalità cartacea o a mezzo pec alla scuola
capofila prescelta, unitamente a copia del provvedimento giurisdizionale sfavorevole.

Gli aspiranti saranno collocati nelle graduatorie di istituto di inizio triennio, in quanto già in possesso dei requisiti di accesso alla data di scadenza della domanda di iscrizione, che per il vigente triennio era stata fissata
al 24 giugno 2017.

Conseguentemente, nel modulo domanda potranno essere dichiarati soltanto i titoli e servizi conseguiti entro tale data.”

Pertanto, sia a tutela dei docenti inseriti nelle GaE a pieno titolo, sia dei docenti stessi che devono presentare domanda per la II fascia, invitiamo i sindacati del territorio al monitoraggio costante degli elenchi.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione