Graduatorie ATA terza fascia, sarà possibile cambiare la provincia del 2017

Stampa

Graduatorie ATA terza fascia: il personale già inserito nel 2017, che non ha alcun vincolo con la graduatoria permanente 24 mesi, potrà cambiare provincia e sceglierne un’altra nella quale ritiene di avere maggiori possibilità di lavoro o che ritiene opportuna per scelte personali.

Le domande di inserimento, di conferma, di aggiornamento, di depennamento per il profilo di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie e collaboratore scolastico sono prodotte unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione POLIS, previo possesso delle credenziali SPID, o, in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata del Ministero dell’Istruzione con l’abilitazione specifica al servizio “Istanze on Line (POLIS)”.

Le istanze presentate con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

La domanda di inserimento o di conferma/aggiornamento nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze temporanee è unica per tutti i profili professionali richiesti.

La domanda è indirizzata all’istituzione scolastica scelta dall’aspirante per la valutazione dell’istanza. Non possono essere individuate come istituzioni destinatarie della domanda quelle
delle province di Bolzano, Trento e della regione Valle D’Aosta in quanto le relative Autorità adottano specifici ed autonomi provvedimenti per il reclutamento del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola.

Gli aspiranti già inclusi nelle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia del precedente triennio di validità,  fermo restando il possesso dei requisiti di accesso alla procedura in esame, per essere inclusi nelle graduatorie di cui al presente decreto dovranno presentare domanda di conferma nel caso in cui la richiesta nelle suddette graduatorie concerne esclusivamente il/i medesimo/i profilo/i professionale/i, nonché la valutazione dei titoli già dichiarati nella precedente domanda del precedente aggiornamento.

Gli aspiranti già inclusi nelle graduatorie di istituto di terza fascia del precedente triennio, fermo restando quanto previsto dall’art. 2 comma 6 e fatto salvo il possesso dei requisiti di accesso,
dovranno presentare domanda di aggiornamento esclusivamente per le informazioni relative a titoli di cultura o servizi non dichiarati in precedenza, valutati ai sensi dell’annessa tabella, specificando il profilo professionale e i titoli di accesso al profilo richiesto.

Gli aspiranti che producono domanda di inserimento per la prima volta dovranno compilare ex novo l’apposito modello in tutte le sezioni specificando il profilo professionale, i titoli di accesso al profilo richiesto, eventuali titoli di cultura e servizio valutabili ai sensi dell’annessa tabella, eventuali titoli di preferenza, nonché i titoli di accesso, limitatamente al diploma di maturità, ai laboratori per il profilo professionale di assistente tecnico.

Graduatorie ATA terza fascia, quanti punti valgono i tuoi titoli. Speciale AGGIORNATO, tutte le FAQ

Stampa
Pubblicato in ATA

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur