Graduatorie ATA terza fascia, non è più possibile modificare la domanda per inserire scuole o attestati

WhatsApp
Telegram

Scaduti i termini per la presentazione delle domande di terza fascia ATA: ora si attende la pubblicazione delle graduatorie, prima provvisorie poi definitive. Fino al prossimo triennio non sarà possibile modificare i dati inseriti nella domanda, tranne nel caso di errori materiali, né cambiare o inserire le sedi. Allo stesso modo non è possibile inserire titoli eventualmente acquisiti nel frattempo.

Tutto rimandato dunque al 2024, quando perderanno di validità le nuove graduatorie di terza fascia.

Nella domanda, scaduta il 26 aprile, potevano essere inseriti tutti i titoli di servizio e/o culturali di cui l’aspirante era in possesso fino al 22 aprile. La proroga al 26 infatti riguardava soltanto la possibilità di avere qualche giorno in più per inoltrare/modificare la domanda, ma non interessava la data di acquisizione dei titoli.

Fino al 26 aprile è stato invece possibile scegliere provincia e fino a un massimo di 30 scuole, compresa la capofila. Questo dato rimarrà intatto fino alla fine del prossimo triennio. Anche chi non ha espresso le preferenze di sede non potrà successivamente rimediare: la scuola scelta resta una.

Allo stesso modo, gli aspiranti che hanno dimenticato di inserire un titolo, ad esempio un attestato, non potranno inserirlo in una secondo momento. Neanche coloro che stanno tuttora svolgendo dei corsi per acquisire ulteriori titoli validi e riconosciuti per la terza fascia ATA potranno inserirli nei prossimi mesi, né hanno potuto presentarli con “riserva” nell’istanza scaduta lo scorso 26 aprile.

L’aver dimenticato di selezionare le sedi o l’inserimento di un titolo non può essere considerato un errore materiale. Ricordiamo che entro 10 giorni dalla data di pubblicazione delle graduatorie provvisorie sarà possibile presentare reclamo al dirigente della scuola capofila. Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione di errori materiali.

Decisi i reclami ed effettuate le correzioni degli errori materiali, l’autorità scolastica competente approva la graduatoria in via definitiva.

Graduatorie ATA terza fascia: errori materiali, pubblicazione provvisorie, reclami [GUIDA]

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur