Graduatorie ATA terza fascia, nel 2024 arriva la nuova figura dell’operatore scolastico: requisiti, mansioni e stipendio

WhatsApp
Telegram

Nel 2024 le domande per inserimenti e aggiornamenti nelle graduatorie ATA di terza fascia. Novità delle prossime graduatorie sarà l’arrivo del nuovo profilo professionale, l’operatore scolastico, previsto dall’ipotesi del CCNL 2019-21, la cui firma definitiva e l’entrata in vigore arriverà entro breve, presumibilmente a novembre.

L’operatore scolastico entrerà nelle scuole a partire dal prossimo anno scolastico, con le nuove graduatorie ATA di terza fascia.

Requisiti

*Per iniziare l’iter come operatore scolastico è infatti necessario inserirsi in terza fascia con i seguenti requisiti (che saranno meglio definiti con il decreto che disciplinerà le graduatorie):

attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, in alternativa, diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione unitamente a certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale e certificazione di competenze socio-assistenziali.

Anche per questa figura sarà richiesta, come titolo d’accesso, la certificazione informatica: ATA, la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale diventa requisito di accesso per le graduatorie terza fascia

Mansioni

In base all’ipotesi di CCNL, l’operatore scolastico svolge, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica.

La nuova figura sarà addetta, ad esempio a:
– accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni – nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche, nel cambio dell’ora o nell’uscita dalla classe per l’utilizzo dei servizi e durante la ricreazione – e del pubblico;
– pulizia dei locali, degli spazi scolastici, degli arredi e delle pertinenze;
– vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche e, nelle scuole dell’infanzia e primaria, nell’uso dei servizi e nella cura dell’igiene personale;
– custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici;
– collaborazione con i docenti;
– attività qualificata non specialistica di assistenza e di monitoraggio delle esigenze igienico-sanitarie agli alunni con disabilità;
– supporto ai servizi amministrativi e tecnici.

Alcune mansioni sono simili a quelle del collaboratore scolastico. Ciò che lo contraddistingue in particolare è l’attività qualificata non specialistica di assistenza e di monitoraggio delle esigenze igienico-sanitarie agli alunni con disabilità, oltre a supportare i servizi amministrativi e tecnici, quindi in segreteria, delle scuole.

Stipendio

Rispetto al collaboratore scolastico, unico profilo per il quale non sarà necessaria la certificazione informatica, inoltre, ci sarà una differenza stipendiale, circa 400 euro annuali lordi

*Mobilità verticale

L’inserimento in terza fascia non è l’unico modo per diventare operatore scolastico: con il nuovo CCNL ritorna la mobilità verticale, il passaggio all’Area immediatamente successiva. Pertanto, un collaboratore scolastico potrà accedere all’area degli operatori con i seguenti requisiti:

attestato di qualifica professionale richiesto per l’accesso dall’esterno – ed almeno 5 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione oppure con diploma di scuola secondaria di primo grado ed almeno 10 anni di esperienza
maturata nell’Area dei Collaboratori e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione.

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri