Graduatorie ATA terza fascia: il punteggio non compare nella domanda, sarà assegnato dalla scuola capofila

WhatsApp
Telegram

Graduatorie ATA terza fascia triennio 2021/23: è iniziata la compilazione della domanda, qualche intoppo ma sostanzialmente ieri è stata una giornata senza intoppi e numerosi aspiranti sono già riusciti sia a completare l’inserimento dei dati in ogni sezione, sia a procedere con l’inoltro. Un’avvertenza: da nessuna parte comparirà il punteggio finale, né nelle schermate online né nel PDF di riepilogo che il sistema depositerà in archivio e invierà nella mail.

Un nostro lettore scrive

Io ero già presente nelle graduatorie del triennio precedente. Ora ho completato la compilazione di tutte le sezioni dell’istanza in oggetto (in aggiornamento per i profili che mi riguardano) e mancando solo l’inoltro (che per ora non ho ancora effettuato), ho notato che da nessuna parte viene riportato il nuovo punteggio (che mi sembra di capire) debba essere calcolato dal sistema a seguito dell’inserimento dei nuovi titoli/servizi.

Mi chiedo se il nuovo punteggio (ovviamente provvisorio) comparirà nel PDF che verrà inviato via mail dopo l’inoltro oppure se occorre aspettare le graduatorie provvisorie.

Nella domanda cartacea del triennio precedente il nuovo punteggio veniva riportato (ovviamente calcolato da noi aspiranti), nel modello D2

Se con la nuova istanza online il calcolo lo effettua il sistema (e potrebbero esserci anomalie), sarebbe opportuno avere un riscontro del nuovo punteggio prima dell’inoltro. Voi di orizzonte scuola cosa ne pensate?

Confermiamo che il punteggio non comparirà in sede di compilazione della domanda, né nel pdf prodotto in seguito all’inoltro. La procedura infatti è uguale a quella già utilizzata dal Ministero per le GPS dei docenti ad agosto 2020.

I punteggi saranno assegnati dalla scuola capofila e saranno resi noti attraverso la pubblicazione delle graduatorie provvisorie. In fase di reclamo (sono previsti dieci giorni) l’aspirante può contestare la valutazione effettuata, o chiedere di correggere eventuali errori materiali.

D’altronde l’aspirante può conoscere il punteggio presunto tramite le tabelle di valutazione dei titoli, mentre spetta alla scuola capofila avviare un primo controllo dei titoli presentati, in particolare il titolo di accesso, per capire se dà diritto all’inclusione in graduatoria.

Graduatorie ATA terza fascia: come si compila la domanda, dalla scelta della provincia al codice per l’inoltro. LE GUIDE

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO