Graduatorie ATA terza fascia: il diploma non sarà più sufficiente per accedere, tranne per il collaboratore scolastico

WhatsApp
Telegram

L’Ipotesi di CCNL 2019-21 sottoscritta all’Aran il 14 luglio introduce importanti novità per il personale ATA con alcune modifiche ai titoli di accesso alle graduatorie di terza fascia. Per tutti i profili sarà necessario essere in possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, ciò significa che il il diploma o comunque il titolo di studio non sarà più sufficiente per accedere.

Ne abbiamo parlato con Anna Maria Santoro, Coordinatrice del dipartimento contrattazione nazionale della Flc Cgil, che ha chiarito che “per fare l’assistente amministrativo non basterà più il diploma di maturità“.

L’introduzione dell’obbligo del possesso della certificazione informatica si è resa necessaria per il lavoro sempre più complesso svolto dalle segreterie scolastiche e “per la continua evoluzione tecnologica dei sistemi informativi di supporto” e per questo “il semplice possesso del titolo di studio non è più sufficiente”.

Il ministero chiarirà quali sono le certificazioni valide, l’ECDL rientrerà con ogni probabilità tra queste.

Il collaboratore scolastico invece potrà avere accesso senza la certificazione: per questo profilo basterà il diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” con promozione alla classe quarta.

Il diploma non era già sufficiente per il profilo professionale dell’infermiere: l’unico a cui viene richiesta la laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.

SCHEDA con profili ATA e titoli di accesso dopo il rinnovo del CCNL

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri