Graduatorie ATA terza fascia, domanda collaboratore scolastico: passaggi, titoli di accesso e punteggio

Stampa

C’è tempo fino al 22 aprile 2021 per presentare domanda di inserimento o aggiornamento per le graduatorie ATA di terza fascia. Il profilo del collaboratore scolastico: tutorial compilazione domanda, titoli di accesso, punteggio per servizio svolto o certificazioni.

Qui il link per compilare l’istanza

Graduatorie ATA terza fascia: come si compila la domanda, passo dopo passo. Dalla scelta della provincia al codice per l’inoltro. LE GUIDE

Tutorial in 10 passi

Titoli di accesso per collaboratore scolastico

I titoli di accesso: diploma di qualifica triennale rilasciato da istituto professionale, diploma di maestro d’arte, di scuola magistrale per l’infanzia, di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale triennali.

Terza media come titolo di accesso

Le sole deroghe del titolo di studio d’accesso nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia del personale ATA sono:

  • Per coloro che sono inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di 3 fascia vigenti nel triennio scolastico precedente, restano validi, ai fini dell’ammissione per il medesimo profilo professionale, i titoli di studio in base ai quali avevano conseguito a pieno titolo l’inserimento in tali graduatorie;
  • Hanno titolo all’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto gli aspiranti che, (fatto salvo quanto previsto dal precedente comma 3), siano già inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 o negli elenchi provinciali ad esaurimento o nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico di cui al D.M. 75/2001 e D.M. 35/2004 corrispondenti al profilo richiesto, sono validi i titoli di studio richiesti dall’ ordinamento vigente all’epoca dell’inserimento nelle predette graduatorie e/o elenchi;
  • Hanno titolo, altresì, all’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto gli aspiranti che abbiano prestato almeno 30 giorni di servizio, anche non continuativi svolti entro il 25 luglio 2008, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto, sono validi i titoli di studio, in base ai quali legittimamente è stato prestato il servizio richiesto, previsti dall’ordinamento all’epoca vigente.

Dunque se l’aspirante ha mancato un aggiornamento/rinnovo delle graduatorie, non ha almeno 30 giorni di servizio entro il 25 luglio 2008 oppure non è inserito nelle graduatorie provinciali permanenti di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 o negli elenchi provinciali ad esaurimento o nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico di cui al D.M. 75/2001 e D.M. 35/2004, non ha titolo d’accesso nelle graduatorie di III fascia per il profilo di collaboratore scolastico con la sola licenza media.

Punteggio

Punteggio per il servizio svolto: 0,50 punti al mese o frazione superiore a 15 gg per servizio svolto in scuole statali, la metà per il servizio svolto nelle scuole non statali.

Altro servizio prestato in scuola statale, ivi compreso il servizio di insegnamento nei corsi CRACIS e il servizio prestato con rapporto di lavoro costituito con enti locali, servizio prestato come modello vivente: 0,15 punti al mese (o frazione superiore a 15 gg) e fino a un massimo di 1,80 punti per ciascun anno scolastico


Certificazioni informatiche e digitali (un solo titolo): ECDL, NUOVA ECDL, MICROSOFT, EIRSAF (ordinanza n. 3506 del 10 luglio 2017), Mediaform E.Q.I.A. (nota Mi DGCASIS prot. n. 732 del 18/03/2020), IDCERT (note Mi DGCASIS prott. nn. 1476 del 25/06/2020 e 1705 del 20/07/2020).

Corsi socio-assistenziali e socio-sanitari rilasciati dalle Regioni: 1 punto.

Quali sono le mansioni

Le mansioni del collaboratore scolastico (area A), secondo la tabella A del CCNL 24/07/03, sono:

  • accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico;
  • pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi;
  • vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti;
  • presta ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale anche con riferimento alle attività previste dall’art. 47.

Graduatorie terza fascia ATA, il profilo del collaboratore scolastico: requisiti, mansioni e stipendio [VIDEO]

Stampa
Pubblicato in ATA

Insegnare all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!