Graduatorie ATA, punteggi falsi per dare supplenza ai familiari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La vicenda riguarda la terza fascia delle graduatorie di istituto, valida per il triennio 2018/21 e vede protagonista un assistente amministrativo che lavorava in quella scuola e che quindi aveva accesso al SIDI, la piattaforma informatica in cui sono contenuti i dati di ciascun aspirante.

A darne notizia è Altrepagine.it-

Ciò che accadeva purtroppo getta ancora una volta una luce d’ombra sul lavoro delle segreterie scolastiche, del quale docenti e ATA devono fidarsi e a cui affidano il proprio destino lavorativo.

“L’assistente – leggiamo nell’articolo – modificava ed alterava i dati relativi alle graduatorie – quali i punteggi – inserendo anche titoli mai conseguiti, avvantaggiando così familiari o persone a lui vicine, in modo tale che questi potessero collocarsi in posizioni più favorevoli nelle graduatorie”

Una problematica ben nota anche al Ministero, che ha avviato una rete di controlli serrati sui punteggi. Al momento solo Milano e Torino hanno diramato delle circolari molto dettagliate sul lavoro di controllo che le segreterie scolastiche devono effettuare.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione