Graduatorie ATA 24 mesi, la laurea non vale per tutti i profili. Quanti punti e dove inserirla

WhatsApp
Telegram

Aggiornamento delle graduatorie ATA 24 mesi 2023: domande su Istanze online fino al 18 maggio, ore 23,59. Alle graduatorie possono accedere gli aspiranti che hanno maturato due annualità di servizio nella scuola statale, anche non continuativi, ovvero 23 giorni e 16 giorni. La laurea, a parte il profilo dell’infermiere, non rappresenta titolo di studio di accesso per gli aspiranti, ma può venire valutata come titolo culturale.

I titoli di studio richiesti sono infatti:

A ) – Assistente Amministrativo:
1 – Diploma di maturità.

B ) – Assistente Tecnico:
1 – Diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale.
La specificità di cui al punto 1 è quella definita, limitatamente ai diplomi di maturità, dalla tabella di corrispondenza titoli – laboratori vigente alla data del decreto di indizione del concorso.

C ) – Cuoco:
1 – Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

D ) – Infermiere:
1 – Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.

E ) – Guardarobiere:
1 – Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.

F ) – Addetto alle aziende agrarie:
– Diploma di qualifica professionale di:
1- operatore agrituristico;
2- operatore agro industriale;
3- operatore agro ambientale.

G ) – Collaboratore Scolastico:
1 – diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale;
2 – diploma di maestro d’arte;
3-diploma di scuola magistrale per l’infanzia;
4 – qualsiasi diploma di maturità;
5 – attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Laurea come titolo culturale

Nella domanda gli aspiranti in possesso di laurea possono inserire il titolo nella sezione dedicata “Titoli Culturali e di servizio
(Sezione facoltativa da compilare solo se sono state inserite le sezioni B1 e/o B2)“.

L’aspirante può scegliere tra:

Cosa fare se un aspirante è in possesso di laurea triennale e magistrale? Ne abbiamo parlato in diretta il 27 aprile con Raimondo (Uil Scuola Rua): 51:06 Se si ha la laurea triennale e magistrale si mettono entrambe?

Bisogna mettere solo il titolo che viene valutato maggiormente e quindi la magistrale“, ha spiegato il sindacalista.

La laurea non viene valutata per tutti i profili

Tuttavia la laurea non viene valutata per tutti i profili.

Vale per assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere (si valuta un solo titolo, il più favorevole):

Diploma di laurea breve: punti 1,80
Diploma di laurea o laurea specialistica: punti 2

La laurea non dà punteggio per i profili di collaboratore scolastico, addetto alle aziende agrarie e guardarobiere.

Concorso ATA 24 mesi 2023: domande entro il 18 maggio. Requisiti, calcolo servizio, punteggio. Con guida e tutorial [SPECIALE]

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione