Graduatorie: anche a Biella il giudice conferma le ordinanze del Tar Lazio

di
ipsef

ANIEF – Rimangono il Miur commissariato e le graduatorie pettinate. Fatti salvi gli effetti processuali, l’instaurazione del contraddittorio e le misure cautelari. L’amministrazione va verso la condanna per lite temeraria. Nei prossimi giorni, attesa per le altre ordinanze.

ANIEF – Rimangono il Miur commissariato e le graduatorie pettinate. Fatti salvi gli effetti processuali, l’instaurazione del contraddittorio e le misure cautelari. L’amministrazione va verso la condanna per lite temeraria. Nei prossimi giorni, attesa per le altre ordinanze.

E’ evidente che di fronte ai proclami di tanti azzeccagarbugli sulla questione coda-pettine, i giudici del lavoro di Milano, Verona, Biella non possono fare altro che confermare l’inserimento a pettine dei ricorrenti, disporre l’inserimento a pettine se ancora non avvenuto, oggetto del gravame, e alla luce del contraddittorio già illo tempore attivato, prendere tutte le determinazioni conseguenti, ovvero chiedere al Miur l’assegnazione di un contratto a tempo determinato o indeterminato in base alla collocazione del ricorrente secondo il nuovo punteggio spettante, tutte richieste già formulate dal commissario ad acta.

E così è successo ancora una volta a Biella, perché i ricorrenti che hanno riassunto il ricorso dal Tar Lazio al giudice del Lavoro rivendicano un diritto riconosciuto dalla corte costituzionale e perché è l’Amministrazione che espone lo Stato a una condanna per lite temeraria visto che a distanza di due anni continua a non pettinare le graduatorie e a non autorizzare posti in surroga per i ricorrenti che dimostrano di avere diritto a quel posto. I diritti si rivendicano nei processi come ogni avvocato sa o in sede di contrattazione proprio come i sindacalisti anche della Gilda Unams non sanno, visto che si sono riuniti tra il gennaio e il febbraio 2009, avvallando il famoso D. M. 42/09 delle code della vergogna.

Estratto n. 72/2012

Versione stampabile
anief anief
soloformazione