Graduatorie ad esaurimento, valutazione servizio nelle nuove classi di concorso. Un esempio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento triennio 2019/20, 2020/21, 2021/22 dovrebbe essere a breve pubblicato.

Graduatorie ad esaurimento: domande da fine aprile. Sì cambio provincia e reinserimento depennati. Novità della bozza

Tra le novità quella relativa alla valutazione del servizio prestato in una o più classi di concorso confluite in una delle nuove classi istituite con il D.P.R. n. 19/2016, come modificato dal DM 259/2017.

Date presentazione domande

Le domande di aggiornamento dovrebbero essere presentate tra la fine di aprile ed entro la seconda metà di maggio (le date definitive saranno indicate nel decreto).

Operazioni possibili

E’ possibile chiedere:

  • permanenza e/o l’aggiornamento del punteggio con cui è inserito in graduatoria;
  •  reinserimento in graduatoria (docenti depennati per non aver presentato domanda di aggiornamento)
  • conferma dell’iscrizione con riserva o lo scioglimento della stessa.
  • il trasferimento da una provincia ad un’altra, anche per i docenti inseriti con riserva

La mancata presentazione della domanda comporta la cancellazione dalla graduatoria per gli anni scolastici successivi.

Novità

Di seguito le principali novità del decreto di prossima pubblicazione.

  • possibilità di trasferirsi in province in cui le graduatorie sono già vuote
  • possibilità di reinserimento per i docenti depennati per non aver presentato domanda di aggiornamento
  • valutazione servizio sezioni primavera docenti scuola dell’infanzia e primaria

Valutazione servizi e nuove classi di concorso

I docenti inclusi nelle graduatorie ad esaurimento, relative a classi di concorso istituite con il DPR 14 febbraio 2016 n. 19, nelle quali sono confluite più classi di concorso del vecchio ordinamento (D.M. 39/1998 D.M. 201/1999), possono chiedere il ricalcolo del punteggio dei servizi pregressi.

Al fine suddetto, i servizi prestati, sino al 2016/2017, in una o più classi di concorso confluite in un’unica classe di concorso di nuova istituzione, sono valutati come specifici per la classe di concorso di confluenza.

Esempio: nella nuova classe di concorso A-09 “Discipline grafiche, pittoriche e scenografiche” sono confluite le seguenti vecchie classi di concorso:

  • 8/A “Arte della grafica e dell’incisione”;
  • 21/A “Discipline pittoriche”;
  • 11/D “Arte della xilografia, calcografia e litografia”;
  • 15/D “Arte della decorazione pittorica e scenografica”;
  • 19/D “Arte delle lacche, della doratura e del restauro”;
  • 20/D “Arte del mosaico e del commesso”

Qualora un docente abbia prestato servizi, sino al 2016/17, in una delle vecchie classe di concorso sopra riportate potrà chiedere il ricalcolo del servizio, che sarà valutato come specifico (quindi 12 punti max per ciscun anno) nella nuova classe A-09.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione